Juve Stabia, tra rifiuti e partenze: alle Vespe manca il proprio pungiglione

Non è mistero il fatto che alla Juve Stabia necessiti una punta di peso. Tra partenze e le caratteristiche dei calciatori presenti in rosa, l’innesto di un numero nove è l’obiettivo di primaria importanza nel mercato gialloblu. Come riporta stabiachannel.it, le idee Castaldo, Moncini e Ceravolo sono fallite a causa degli alti costi o, nel caso della punta della Casertana, del rifiuto del diretto interessato. Resistono invece le opzioni Emanuele Calaiò, per il quale sono stati fatti dei sondaggi, e Karamoko Cissé dell’Hellas Verona. Da qui alla fine del mercato sono attese in quel di Castellammare di Stabia ben due attaccanti, i quali andranno a chiudere il reparto.

Juve Stabia, tra rifiuti e partenze: alle Vespe manca il proprio pungiglione ultima modifica: 2019-08-18T15:54:46+01:00 da Giacomo Principato
20 anni. (Aspirante) giornalista sportivo. Vive in quel di Siena, viaggia assiduamente ma solo con la mente. Dipendente dal mondo calcistico, indipendentemente dalla categoria. Interviste su interviste, ma sa fare anche altro. Collaboro anche su TuttoC e per il Siena Club Fedelissimi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.