Agnelli: “La FIFA vuole ridurre il numero dei prestiti. Su Juventus B, Serie C e cadetteria…”

ANDREA AGNELLI JUVENTUS – Intervenuto a margine del convegno “Seconde Squadre: analisi e prospettive nel contesto italiano”, al quale hanno partecipato anche Gabriele Gravina (Presidente della FIGC) e Francesco Ghirelli (Presidente Lega Pro), il Presidente della Juventus Andrea Agnelli ha toccato diversi temi. Ecco un estratto da quanto apparso su Calcioefinanza.it: “La FIFA sta portando avanti un lavoro importante per quanto riguarda i trasferimenti. I prestiti sono sotto la lente di ingrandimento per una serie di fenomeni sia italiani che internazionali in quanto le grandi squadre acquisiscono i migliori giovani per mandarli a trovare continuità altrove. Ecco perché la FIFA ha intenzione di ostacolare ogni abuso, limitando i prestiti a dieci per club. Seconde squadre? Per me è indispensabile che un ventunenne prenda botte in campo da un trentacinquenne, il suo percorso di crescita ne trae vantaggio. Parliamo di un tema il cui progetto è partito in fretta e furia da un atto del commissario senza un confronto che speriamo ci sia oggi. Dal punto di vista della Juventus, abbiamo intenzione di calarci nella realtà della Lega Pro e poi nel caso se ci sarà occasione la B“.

Agnelli: “La FIFA vuole ridurre il numero dei prestiti. Su Juventus B, Serie C e cadetteria…” ultima modifica: 2019-03-15T18:39:39+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.