Avellino, D’Angelo: “Dopo una sconfitta bisogna lavorare di più. Su Castaldo…”

Angelo D’Angelo, centrocampista dell’Avellino, si è raccontato a 360° sulle colonne de l’Ottopagine. Ecco le sue dichiarazioni: “Fin da piccolo la mia passione più grande è stata quella per il calcio. All’età di quindici anni sono andato via di casa per trasferirmi a Cosenza. E’ stata molto dura separarmi, seppur temporaneamente, dalla mia famiglia. I miei parenti mi mancavano, non nascondo la sofferenza che provavo giorno dopo giorno. Bisogna lavorare costantemente, soprattutto dopo aver subito una sconfitta. Solo attraverso il lavoro si matura e si alleggerisce la sconfitta. Calciatore più forte che ho sfidato? Marchisio. Con cui ho giocato? Sicuramente Gigi Castaldo”.

Avellino, D’Angelo: “Dopo una sconfitta bisogna lavorare di più. Su Castaldo…” ultima modifica: 2016-12-19T17:14:55+00:00 da Francesco Gala
Salve a tutti! Mi chiamo Francesco ed ho 20 anni. Studio Scienze della Comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Lo sport ed il giornalismo sono due passioni che da sempre fanno parte di me. Sono un amante della Serie B e credo tantissimo nella redazione di "PianetaSerieB" formata da un gruppo di giovani con tanta voglia di fare bene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *