Cremonese, Bisoli: “A Frosinone abbiamo dato un segnale importante. Sul recupero del Del Duca…”

Bisoli Padova

BISOLI CREMONESE – Intervistato da Tuttomercatoweb.com, Pierpaolo Bisoli, tecnico della Cremonese, ha commentato la situazione relativa al ritorno in campo ed il match di recupero contro l’Ascoli (gara prevista per il 17 giugno). Di seguito quanto si legge:

“Speravo di tornare a giocare perché mi sarebbe dispiaciuto molto lasciare incompiuto il lavoro iniziato prima della sospensione. A Frosinone abbiamo dato un segnale importante e ora voglio riprendere il discorso dove siamo stati costretti ad interromperlo. Per questo ho chiesto ai ragazzi lo stesso impegno che chiedo subito dopo la pausa estiva. Cancellando ciò che è stato e dando tutto sul campo”. 

Sul recupero del Del Duca: “Credo sia giusto ripartire da quella gara perché così ogni squadra avrà lo stesso numero di partite, così in caso di nuovo blocco avremo una classifica omogenea. A livello di preparazione, invece, tre giorni in più o in meno non cambiano nulla. Bisognerà essere bravi a livello mentale, creando il giusto clima e pensare subito che si tratta di una sfida importante, ma non determinante, in chiave salvezza. Vincere per noi vorrebbe dire aprire delle possibilità nuove per la seconda parte di stagione”.

Cremonese, Bisoli: “A Frosinone abbiamo dato un segnale importante. Sul recupero del Del Duca…” ultima modifica: 2020-06-05T21:03:18+02:00 da Francesco Gala
Salve a tutti! Mi chiamo Francesco ed ho 23 anni. Sono laureato in Scienze della Comunicazione ed attualmente proseguo gli studi della Magistrale alla Federico II di Napoli. Lo sport ed il giornalismo sono due passioni che da sempre fanno parte di me. Sono un amante della Serie B e credo tantissimo nella redazione di "PianetaSerieB" formata da un gruppo di giovani con tanta voglia di fare bene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.