Cambia il mister, ma non la musica: la Cremonese impatta cade 0-1 a La Spezia

Spezia

Dopo l’esonero dell’eroe della promozione Attilio Tesser, la Cremonese si è affidata all’esperienza di Mandorlini per uscire dai bassifondi della classifica. Chi, lecitamente, si attendeva al “Picco” una formazione rigenerata dal punto di vista psicologico è rimasto però deluso. I grigiorossi , infatti, hanno affrontato con scarso piglio offensivo uno Spezia privo di ambizioni a causa della statica posizione a metà graduatoria. A parte qualche spunto isolato di Gaetano Castrovilli sono pochi i momenti del match degni di nota di un match disputato coi canonici ritmi di fine campionato. Lo 0-0, dunque, non è mai sembrato realmente in discussione, ma, nonostante ciò, i padroni di casa sbloccano il punteggio grazie al subentrato Giulio Maggiore, il quale lascia partire un gran tiro al volo da posizione defilata che si insacca rasoterra sul secondo palo con la complicità di Ujkani. Il nuovo corso dei lombardi, dunque, comincia con una sconfitta che rischia di far precipitare ancor di più la già delicata situazione in ottica retrocessione.

Cambia il mister, ma non la musica: la Cremonese impatta cade 0-1 a La Spezia ultima modifica: 2018-04-28T16:57:36+02:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.