Venezia, Capello: “Non ricordo un tiro dello Spezia. Ci manca solo il gol”

CAPELLO VENEZIA – Alessandro Capello, attaccante del Venezia, ha commentato il pareggio interno dei suoi contro lo Spezia. Ecco le sue dichiarazioni raccolte da Trivenetogoal.it: “Noi ci alleniamo molto sulla gestione della palla e penso che lo si veda anche abbastanza bene. Poi, negli ultimi metri si può decidere la partita con un episodio. E noi, con qualche giocata, siamo andati anche dentro l’area. Quindi manca veramente proprio il goal, per raggiungere il risultato che ci siamo prefissati. Personalmente non ricordo un tiro in porta da parte dello Spezia, quindi credo che la partita parli da sola. Abbiamo gestito noi la palla, per tutto il tempo. La nostra è stata supremazia territoriale, in campo, dove siamo stati molto presenti. Ci è mancato qualcosa nella fase finale del gioco. Siamo dispiaciuti, per il fatto che sia arrivato solo un punto, ma sono convinto che, se continuiamo su questa strada, ci toglieremo delle soddisfazioni. Quando lo Spezia è rimasto in dieci, è sicuramente mancata un po’ di brillantezza. Poi loro, appunto, si sono chiusi tanto perché, essendo rimasti in dieci, si sono messi tutti a ridosso dell’area di rigore, quindi era più difficile trovare spazio. Anche noi abbiamo forzato troppo le giocate, avevamo tanti attaccanti davanti, quindi penso che abbiamo cercato maggiormente la palla aerea proprio per le punte, quindi è venuto a mancare un po’ il gioco negli ultimi minuti. Però penso che siamo rimasti lì fino alla fine, e ci abbiamo provato in tutti i modi. L’episodio tra Scuffet e Di Mariano? Ritengo che Di Mariano abbia toccato il pallone e poi Scuffet lo abbia travolto. Io almeno l’ho vista così“.

Venezia, Capello: “Non ricordo un tiro dello Spezia. Ci manca solo il gol” ultima modifica: 2019-12-15T11:16:44+01:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.