Carpi, Castori: “Abbiamo lavorato bene. Brienza il più forte della B”

Trasferta impegnativa quella che attende il Carpi, ospite in quel di Bari nel prossimo turno di Serie B, il quindicesimo. Fabrizio Castori, tecnico degli emiliani, ha parlato in conferenza stampa in vista del match. Queste le sue dichiarazioni, riportate sul sito ufficiale della società: “Dopo la gara con l’Avellino ho fatto i complimenti alla squadra per la prestazione. Non bisogna perdere fiducia e convinzione perché la strada giusta è questa. A volte nel calcio i risultati non arrivano subito ma bisogna rimanere tranquilli e non andare a cercare chissà cosa. Abbiamo lavorato molto bene in settimana aumentando i carichi, con la serenità giustaLa visita del patron Bonacini a inizio settimana? Ci ha fatto molto piacere la vicinanza della società, ci ha gratificato perché quando una squadra esce dal campo avendo dato tutto è giusto riconoscerne impegno e sacrificio. Ci ha detto di non demoralizzarci, insistere e continuare su questa strada. Le difficoltà del Bari? Penso solo alla mia squadra, ognuno ha i suoi problemi. Io ho cercato di tenere alta la concentrazione nel lavoro quotidiano senza parlare del Bari. Dell’avversario ci possiamo interessare fino a un certo punto perché quello che conta è quello che facciamo in campo. Ritrovare Sogliano da avversario? Non voglio parlare dei dirigenti del Bari, la partita si deve giocare in campo e non mi interessano altri discorsi. Il Bari è una squadra forte, per me Brienza è il giocatore più forte della Serie B e con lui Maniero e De Luca, sono tutti giocatori forti. Dobbiamo prendere le giuste contromisure, correre tanto e tenere alto il ritmo perché è una nostra prerogativa. E’ importante imprimere il nostro ritmo alla gara. Il gruppo sta bene, anche Struna e Poli hanno recuperato al meglio dopo gli acciacchi della scorsa settimana. Sono indisponibili solo Jawo e lo squalificato Crimi. La serenità non l’abbiamo mai persa, un campionato è lungo 9 o 10 mesi e come in ogni attività ci sono momenti più o meno difficili. Ma è normale amministrazione e non abbiamo mai vissuto nervosismi particolari. Abbiamo fatto grandi partite raccogliendo meno di quello avremmo meritato, senza vittimismo e piangerci addosso ma continuando a lavorare come stiamo facendo. Colantuono? Abbiamo un bel rapporto, è romano ma ormai marchigiano di adozione, è stato una bandiera della Maceratese e io del Tolentino quindi ci conosciamo da tanti anni. E’ un tecnico bravo e preparato, che incide sulla sua squadra anche a livello caratteriale, quindi sappiamo che troveremo un avversario tosto”.

Carpi, Castori: “Abbiamo lavorato bene. Brienza il più forte della B” ultima modifica: 2016-11-18T12:51:27+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *