Empoli, Corsi: “Cellino mi ha avvisato stanotte che il Brescia non sarebbe partito. Non voleva che la situazione peggiorasse”

CORSI EMPOLI CELLINO – Fabrizio Corsi, Presidente dell’Empoli, ha commentato ai microfoni dei canali azzurri la decisione del Brescia di non partire alla volta del “Castellani” per prendere parte alla sfida di Coppa Italia contro i toscani a causa dei recenti casi di Covid-19 riscontrati tra le Rondinelle:

“Ci sono difficoltà in tutti i settori, il calcio può allontanare la gente dalla disperazione che vedo spesso nei loro occhi, ma anche qui ci sono tante difficoltà organizzative con le quali convivere: dobbiamo tutti dare il meglio per cercare di arginare quanto più possibile i problemi. Noi stiamo facendo tutto nei minimi dettagli, ma non so se questo basterà. Chiaro che oggi avremmo voluto giocare, avevamo organizzato la settimana in funzione anche di questo match, era giusto che chi gioca meno avesse possibilità di farsi vedere, in campo sarebbero andati anche 5 ragazzi del vivaio, persino due del 2002, ma non sono gli unici penalizzati: altre figure stavano lavorando a questo match, alla sua organizzazione, ma non possiamo far diversamente. In Coppa affronteremo il Napoli, ma prima abbiamo circa 9 gare di campionato, e li ci faremo idee più precise anche su quello che sarà poi il torneo di B: pensiamo prima a quello che verrà, per quanto poi ci faccia piacere confrontarci con squadre importanti come quelle di Serie A. Sarà un modo di confronto importante, una crescita per i nostri giovani”.

“Ho parlato con Cellino, mi ha avvisato stanotte: ho apprezzato la gentilezza di avermi detto che per lui sarebbe stato impossibile venire, c’erano pericoli per la sua squadra e per la nostra. Voleva evitare di incorrere in situazioni ancora più difficili”.

“Il virus colpisce tutti, mi aspetto arrivi anche a noi, e li servirà calma e serenità per affrontare la situazione. Più grande è la società più è il danno economico, non credevamo fosse così esplosivo ma ha toccato tutti, anche se le piccole società si arrangiano un po’ meglio: quello che accadrà da qui ai prossimi mesi non lo so, noi ci stiamo organizzando e ce la faremo, altri non lo so”.

22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.