Cremonese, Ceravolo si presenta: “Questo gruppo è un bel biglietto da visita, ma ora dovrà essere il campo a parlare”

Ceravolo

CREMONESE CERAVOLO – Queste le parole del neo attaccante dei lombardi che dopo un lungo inseguimento ha potuto aggregarsi al gruppo guidato da Massimo Rastelli. Di seguito ecco le sue parole rilasciate attraverso i canali social del club: “Ringrazio il cavaliere Arvedi che mi ha permesso di essere qui oggi anche attraverso la pazienza del direttore sportivo Bonato – ha esordito Ceravolo – E’ stata una trattativa lunga, ma si è concretizzata perché fin da subito abbiamo capito gli obiettivi che si vogliono realizzare e che proveremo a raggiungere”. Ceravolo ritrova la serie B forte delle 99 presenze collezionate in carriera nella massima divisione. “Sono sceso di categoria per essere ancora protagonista – sono state le sue parole -. Ho visto la struttura, la rosa e conosco il mister: credo che si possano fare grandi cose a patto che ci sia poca pressione. Questo gruppo è un bel biglietto da visita, ma ora dovrà essere il campo a parlare”.
Passando in rassegna le sue caratteristiche, l’attaccante ha spiegato: “E’ un reparto composto da calciatori forti. Per quanto riguarda l’eventuale coesistenza con Ciofani, qualora il mister dovesse scegliere di schierare in campo questo tandem, non ci sono problemi: abbiamo caratteristiche diverse”.
“Da Parma mi porto due anni in più di esperienza, dove ho giocato con calciatori di qualità. Sapevo che là non sarei stato protagonista quest’anno e aspettavo una società come questa, dove mettere a servizio le mie qualità. La serie B negli ultimi anni è cambiata parecchio, ci sono squadre come Frosinone, Empoli, Perugia che hanno investito tanto e la competitività risulta elevata. Noi siamo fra queste, sappiamo che vivremo anche momenti difficili e in quegli istanti dovremo cercare di superarli con umiltà per tenere un passo costante e raggiungere gli obiettivi. Con questo gruppo tutto è possibile”.

Cremonese, Ceravolo si presenta: “Questo gruppo è un bel biglietto da visita, ma ora dovrà essere il campo a parlare” ultima modifica: 2019-09-06T18:39:00+01:00 da Lorenzo Apuzzo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.