Lorenzo D’Anna in vista di Chievo-Lecce: “Banco di prova importante per entrambe. Corini e Lanna? Due amici e grandi professionisti”

D’ANNA CHIEVO LECCE – Lorenzo D’Anna, ex calciatore e compagno di Corini e Lanna ai tempi del ChievoVerona, ha analizzato sulle colonne della Gazzetta del Mezzogiorno l’anticipo tra i clivensi ed il Lecce in programma domani sera al “Bentegodi”. Queste le sue affermazioni sul big match della 9a giornata da CalcioLecce.it:

Quella di domani tra Chievo e Lecce sarà una gara tra due grandi squadre, attrezzate per puntare alla promozione. Sia la mia ex formazione che il complesso salentino dispongono di organici di livello assoluto per la B e sono, con Empoli e Monza, le massime candidate al salto di categoria. Oltre a queste compagini, però, ce ne sono altre assai quadrate, che potrebbero inserirsi nella bagarre. Tra i cadetti, in ogni stagione c’è una bella sorpresa, come lo Spezia 2019/2020, che l’ha spuntata tramite i play off e sta facendo bene anche in A”.

Il Chievo ha sin qui dimostrato di sapersi difendere con grande abilità, così come il Lecce ha fatto capire di riuscire ad andare in rete con facilità. Sarebbe riduttivo, però, ipotizzare che sarà questa la chiave della contesa. Le due formazioni hanno notevole qualità, con i giallorossi che probabilmente dispongono di qualcosina in più sotto questo profilo. Penso che veneti e salentini proveranno a superarsi a vicenda e che, pertanto, verrà fuori un match di buon livello, divertente ed aperto a qualsiasi risultato”.

«Corini e Lanna? Più che ex compagni di formazione sono due amici. La società pugliese si è affidata a due professionisti seri e preparati. Ho avuto modo di apprezzare il percorso che hanno effettuato con il Brescia, seguendo anche alcuni allenamenti delle “Rondinelle”, con le quali hanno vinto il torneo cadetto. D’Altro canto, il discorso vale pure al contrario, in quanto Lecce è una grande piazza, ambiziosa. Con Aglietti, invece, ho giocato per pochi mesi. Era un attaccante molto valido e si sta confermando come allenatore. Ha portato in A l’Hellas Verona».

Per Lecce e Chievo, si tratta di un banco di prova di rilievo ed è sempre così quando si fronteggiano due complessi molto forti e quotati.  D’altro canto, siamo appena al nono turno di andata ed il cammino è ancora lungo. Siamo lontani dagli incontri determinanti ai fini della promozione”.

22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.