Il Foggia saluta lo “Zaccheria” con una vittoria: 1-0 sulla Salernitana

Foggia

41° turno, penultima giornata per la Serie B, allo “Zaccheria” si sfidano Foggia e Salernitana, per un match che può dire poco in ottica classifica, anche se la matematica ancora non condanna i rossoneri per un posto playoff. Accesa la rivalità tra le due città, soprattutto dopo lo 0-3 del Foggia dell’andata a Salerno. Stroppa cambia due pedine tra i titolari, Rubin per Kragl e Floriano per Nicastro, Colantuono conferma l’11 titolare con l’Entella apparte Vitale sostituito da Di Roberto. 10000 spettatori con 250 provenienti da Salerno.

FOGGIA: Noppert, Tonucci, Camporese, Calabresi, Gerbo, Agnelli, Agazzi, Deli, Rubin, Floriano, Mazzeo. All. Stroppa

SALERNITANA: Radunovic, Monaco, Tuia, Mantovani, Casasola, Akpa Akpro, Signorelli, Rosina, Di Roberto, Bocalon, Sprocati. All. Colantuono

PRIMO TEMPO

Dopo 2 minuti la prima occasione per il Foggia: Agnelli lob filtrante per Mazzeo che solo in area colpisce male. Ancora rossoneri vicini al gol al 5′ con Floriano che dal lato corto tira forte e angolato, bravo Radunovic a  intervenire. Il Foggia sin da subito mette in mostra una gran voglia di fare risultato pieno.

Dopo la prima sfuriata dei satanelli, durata 10 minuti, guadagna metri la Salernitana, rendendo più equilibrato il match ma senza creare grattacapi a Noppert; all’attivo qualche ripartenza dettata da errori in appoggio del Foggia che non vengono sfruttate a dovere.

Minuto 29′ il Foggia passa: dopo il duetto con Deli al limite, Mazzeo entra in area e sfodera un gran sinistro sul primo palo. 18° gol per il bomber Fabio Mazzeo, 1-0 Foggia.

Passa un minuto dal gol e la Salernitana risponde con Rosina che lascia partire un tiro quasi perfetto che si spegne sulla traversa, forse dopo una leggera deviazione. I granata cercano di giungere al pareggio ma le sortite offensive vengono neutralizzate dall’attenzione dei difensori rossoneri. Al 43′ percussione di Casasola che arriva al tiro, deviato dalla difesa.

Primo tempo in archivio con il Foggia in vantaggio. Meglio i rossoneri che risultano più pericolosi negli ultimi metri; nonostante dopo il gol la Salernitana abbia provato a gestire la manovra, l’unica occasione viene da un tiro di Rosina da fuori area.

SECONDO TEMPO

Ritmi bassi in avvio di ripresa, i rossoneri gestiscono il possesso palla senza affondare il colpo. Al 8′ Foggia pericoloso: gran tiro sul primo palo di Floriano, Radunovic smanaccia come può. Floriano che qualche minuto più tardi lascerà il posto a Nicastro. All’ 11′ bella azione in disimpegno dei rossoneri che arrivano in area, Gerbo serve una palla da spingere in rete, ma Tuia riesce a intervenire.

Squadre che si allungano e aumentano le occasioni; si fa vedere la Salernitana con un cross insidioso di Casasola al 13′, su cui Sprocati manca la deviazione davanti a Noppert. Entra Kragl per Rubin al 15′ tra i rossoneri. 3 minuti dopo Stroppa esaurisce i cambi: Agnelli dopo una botta al ginocchio lascia il campo per Scaglia.

A metà della ripresa squillo di Sprocati al 23′: in contropiede i granata arrivano al vertice sinistro dell’area, Sprocati si aggiusta la palla e va a giro sul secondo palo e palla di un soffio a lato. Sul capovolgimento di fronte colpo di testa in corsa di Nicastro, alto sulla traversa. Nel frattempo Palombi rileva Spocati tra gli uomini di Colantuono, e Gaeta per Signorelli.

Dalla mezz’ora in poi la Salernitana aumenta notevolmente la pressione offensiva. Minuto 33′: cross basso in area del Foggia, Palombi stoppa si gira e va al tiro, ma ancora Camporese gli nega il gol. Un minuto più tardi granata vicinissimi al pareggio: cross dalla destra di Palombi, in tuffo Di Roberto a colpo sicuro trova un grande intervento di Noppert che salva il risultato. Ancora al 38′ contropiede velenoso che si conclude con un tiro-cross in area che viene liberato da Camporese.

Nel recupero, ultima occasione al 48′ per Di Roberto: dalla sinistra si accentra e prova il tiro che Tonucci respinge.

La gara termina 1-0 per il Foggia. Nonostante la buona vena degli uomini di Colantuono nel secondo tempo, i rossoneri salutano il proprio pubblico con una vittoria di misura ma meritata. Ai playoff andrà il Perugia, ma i ragazzi di Stroppa blindano il nono posto per questa stagione, un risultato più che positivo per una neopromossa.

 

Il Foggia saluta lo “Zaccheria” con una vittoria: 1-0 sulla Salernitana ultima modifica: 2018-05-12T17:08:57+01:00 da Stefano Galano
Classe '88, Ingegnere con la passione per il prato verde, scopre in età avanzata di voler scrivere per lo sport più bello al mondo. Convinto che sia forma d'arte contemporanea, ricorda sempre a tutti: "Non chiamatelo solo calcio"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.