Spezia, Marino: “Quanta sfortuna Bidaoui, il gruppo continua a crescere”

Marino Spezia

MARINO SPEZIA BIDAOUI – Al termine della sfida con il Venezia, mister Pasquale Marino analizza così la prova dei suoi: “Sono contento della prestazione offerta dai miei ragazzi, perché giocare così dopo la sosta non era scontato, anche se vedendo come hanno lavorato in queste settimane, un po’ me lo aspettavo.

Abbiamo offerto un fraseggio mai fine a se stesso, trovando sempre l’imbucata ed anche se a volte abbiamo sbagliato in fase conclusiva, oggi credo si possa parlare della miglior partita disputata, o almeno di una delle migliori; concesso veramente poco ai nostri avversari, i quali alla prima occasione hanno segnato, portandosi in vantaggio, ma come al solito siamo stati bravi a non scomporci e a ritrovare subito il pareggio.

Questa è una squadra che sta crescendo sotto tutti i punti di vista, sia come collettivo che nei singoli e la fiducia è tanta in vista delle prossime partite; Bidaoui oggi è stato veramente sfortunato, ha saltato sistematicamente l’uomo, ma non è riuscito a trovare il gol che avrebbe meritato, colpendo prima un palo e poi una traversa.
 
Da un paio di mesi a questa parte gli automatismi stanno migliorando, ci sono state ben poche prestazioni negative e gli stessi pareggi sono stati per la maggior parte più vicini alla vittoria, proprio come quello di oggi; questa è una squadra che ha una fisionomia e che ora esprime lo stesso calcio sia in casa che fuori.

A Brescia affronteremo una squadra che ha un calciatore temibile Donnarumma in avanti, quindi bisognerà concedere il minimo e mettere in campo massima attenzione, consci che non dovremo sbagliare nulla”.

 

Fontewww.acspezia.com

Spezia, Marino: “Quanta sfortuna Bidaoui, il gruppo continua a crescere” ultima modifica: 2019-01-22T10:55:06+00:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.