Parma-Carpi, le ultime dai campi

tifosi-parma

PARMA – Davvero un rebus capire come D’Aversa schiererà i suoi nel pomeriggio, con le troppe defezioni a centrocampo da tenere presenti. Cambio di modulo possibile, ma le tante sedute a porte chiuse hanno coperto le carte: in caso di 4-2-3-1 potrebbero esserci Di Gaudio, Siligardi e Insigne a giostrare alle spalle di Calaiò, intoccabile al centro dell’attacco. Vacca sarebbe la prima riserva, mentre in caso di conferma del 4-3-3 l’ipotesi sarebbe un attacco formato da Baraye (o Di Gaudio) con Calaiò e Siligardi, con un centrocampo Munari-Barillà-Vacca, col possibile adattamento di un attaccante a mezzala in caso di emergenza. I candidati più probabili a quel punto sarebbero Frediani o Siligardi stesso.

CARPI – In difesa si rivede l’ex crociato Ligi, il quale completerà il terzetto arretrato assieme a Poli e Brosco, altro ex dell’incontro. In mezzo al campo dovrebbero partire dal 1′ Pachonik, Verna, Pasciuti, Garritano e Di Chiara, mentre in avanti Concas dovrebbe agire a supporto dell’unica punta Melchiorri (non è però da escludere che Garritano possa giocare sulla trequarti, con Mbaye mezzala sinistra). Niente derby per gli indisponibili Nzola, Mbakogu e Capela, con quest’ultimo che, a meno di sorprese, dovrebbe aver terminato anzitempo la stagione per una lussazione alla spalla rimediata col Perugia.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Munari, Vacca, Barillà; Siligardi, Calaiò, Di Gaudio. A disposizione: Dini, Nardi, Anastasio, Mazzocchi, Sierralta, Baraye, Ciciretti, Frediani, Insigne. Allenatore: D’Aversa.

CARPI (3-5-1-1): Colombi; Poli, Brosco, Ligi; Pachonik, Verna, Pasciuti, Garritano, Di Chiara; Concas; Melchiorri. A disposizione: Brunelli, Serraiocco, Bittante, Calapai, Belloni, Giorico, Jelenic, Palumbo, Mbaye, Sabbione, Saber, Saric, Malcore. Allenatore: Calabro.

Parma-Carpi, le ultime dai campi ultima modifica: 2018-04-21T10:44:50+02:00 da Pasquale Ucciero
Ciao a tutti, sono Pasquale, ho 21 anni. Il calcio è la mia passione, per un ragazzo vedere un pallone che rotola non è un mero movimento meccanico, dietro di esso c'è molto di più: gioia, lacrime, sudore, divertimento, fatica, tensione, euforia, vittorie, delusioni e rispetto per l'avversario prima di tutto! Da "grande" mi piacerebbe fare il telecronista e il mio sogno nel cassetto è commentare una finale di Champions magari ad Anfield Road !!! Far parte di questa redazione per me è motivo di grande orgoglio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.