Pescara-Parma: le ultime dai campi

PESCARA – Prima partita sulla panchina dei biancazzurri per Epifani, che dovrebbe accantonare il 4-3-3 per far spazio al 4-2-3-1 o, in alternativa, al 4-3-2-1. Nel primo caso, il tecnico dovrebbe affidarsi a Brugman e Valzania nella zona nevralgica del campo, e al trio Mancuso, Falco e Capone a ridosso di Pettinari (favorito su Bunino), mentre in caso di 4-3-2-1 troverebbero posto Coulibaly e Machin in luogo di Mancuso e Capone. Per il ruolo di terzino destro, è addirittura lotta a tre tra Crescenzi, Balzano e Fiamozzi. Non saranno del match Campagnaro, Bovo, Proietti e Elizalde.

PARMA –  Dopo tanta attesa, si torna finalmente in campo, all’Adriatico di Pescara: il Parma proverà a dimenticare la figuraccia dell’andata con una grande prova, ma di fronte avrà una squadra ferita e decisa a rialzarsi. Capitan Lucarelli è pronto a riprendersi il suo posto al centro della difesa, con Iacoponi, Gagliolo e Gazzola al proprio fianco. A centrocampo scelte obbligate: Scavone si adatta a regista, Munari e Dezi saranno gli interni, mentre davanti spazio a Calaiò come riferimento centrale, con Insigne e Da Cruz sulle ali.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PESCARA (4-2-3-1): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Brugman, Valzania; Mancuso, Falco, Capone; Pettinari. A disposizione: Savelloni, Baiocco, Balzano, Fiamozzi, Fornasier, Gravillon, Carraro, Coulibaly, Machin, Baez, Bunino, Cappelluzzo, Cocco, Yamga. Allenatore: Epifani.

PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Dezi, Scavone, Munari; Insigne, Calaiò, Da Cruz. A disposizione: Dini, Nardi, Anastasio, Di Cesare, Mazzocchi, Sierralta, Barillà, Baraye, Ceravolo, Ciciretti, Di Gaudio, Frediani. Allenatore: D’Aversa.

Fonte: parmalive.com

Pescara-Parma: le ultime dai campi ultima modifica: 2018-03-10T08:34:52+00:00 da Pasquale Ucciero
Ciao a tutti, sono Pasquale, ho 21 anni. Il calcio è la mia passione, per un ragazzo vedere un pallone che rotola non è un mero movimento meccanico, dietro di esso c'è molto di più: gioia, lacrime, sudore, divertimento, fatica, tensione, euforia, vittorie, delusioni e rispetto per l'avversario prima di tutto! Da "grande" mi piacerebbe fare il telecronista e il mio sogno nel cassetto è commentare una finale di Champions magari ad Anfield Road !!! Far parte di questa redazione per me è motivo di grande orgoglio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.