Pescara, Sottil: “Conosco bene la squadra, bisogna riaccenderla”

sottil livorno

SOTTIL PESCARA – Andrea Sottil, neotecnico del Pescara, ha parlato in vista della gara di stasera contro il Perugia. Ecco le sue parole, raccolte da rete8.it:

“Un grazie al Presidente, a Repetto e a Bocchetti che mi hanno scelto. Il mio unico obiettivo è la salvezza. Non penso al futuro. Sono stato sempre caratteriale, anche da giocatore. Prima la fame e la determinazione, poi tutto il resto. Conosco bene la squadra. Ho cercato di mettere i giocatori nelle posizioni a loro più consone per caratteristiche. Atteggiamento caratteriale da riaccendere. Ho visto una squadra spenta. Serve la spregiudicatezza dei giovani e l’esperienza dei meno giovani. Serve tutto. Una squadra deve avere un sistema di gioco consolidato. In questo modo si dà continuità. È chiaro che è giusto avere anche un piano B. Ci sono giocatori forti in rosa. L’organico va sfruttato nella sua interezza. Oggi bisogna fare. Non si può tentare. Palmiero è il vero play. Perugia buona squadra ma in difficoltà. Si scende in campo sempre per vincere. In questa fase ci vuole intelligenza. Ai 3 attaccanti chiedo movimento, dinamismo. Non devono dare punti di riferimento”.

Il Presidente Daniele Sebastiani ha detto: “Non rinnego le scelte fatte. Sono certo che Sottil farà bene. Tra quelli in circolazione il migliore. Ha tutte le possibilità per restare”.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.