Ruggito Venezia: 2-0 e sorpasso sul Carpi

Eccezionalmente di domenica per la pausa del massimo campionato italiano, va in scena la Serie B. L’ottava giornata mette di fronte il Venezia contro il Carpi; la squadra lagunare nona in classifica, ai margini della zona play-off con 10 punti. Il Carpi sesto, a quota 11 in piena zona play-off ma, reduce da un periodo buio. Infatti, due soli punti nelle ultime quattro comparse. Inutile negarlo, entrambe le squadre hanno lo stesso obiettivo, centrare i play-off per poi andarsi a giocare la promozione. Piccola curiosità, le due squadre registrano i peggiori attacchi ma anche le migliori difese, perciò ci si aspetta una partita molto tattica, in quella che è da considerarsi già uno scontro diretto decisivo.

Il primo pallone del match viene giocato dai padroni di casa che nel quarto d’ora iniziale provano a prendere subito in mano il pallino del gioco.  Le idee però sono poche come gli spazi che le squadre riescono a trovare. Si arriva alla mezzora di gara senza che nulla di rilevante sia accaduto.  La svolta del match e del parziale arriva al minuto 38; Marsura cerca insistentemente la percussione centrale, caparbietà che gli porta a vincere un rimpallo e a trovarsi a tu per tu con Colombi, e con lucidità non sbaglia. E’ 1-0 Venezia. Gol che accende la sfida, anche i tifosi adesso si fanno sentire con più calore tranquillizzati dalla rete del vantaggio arrivato quasi a sorpresa nel bel mezzo dell’equilibrio. Si va negli spogliatoi con il momentaneo vantaggio dei padroni di casa, nella ripresa ci si aspetta di più soprattutto da parte del Carpi, fin qui troppo timido.

Inizia la ripresa e il neo entrato Saric ci mette due minuti per rendersi pericoloso con una bella torsione, il pallone si spegne però sul fondo. Carpi che prova subito a rialzare la testa. Buon approccio al secondo tempo da parte degli ospiti che devono però, fare i conti con una difesa fin qui perfetta del Venezia. Ultimo quarto d’ora di gara, il copione sembra chiaro: il Carpi attacca per pareggiarla, il Venezia si difende ed attacca senza scoprirsi ripartendo in contropiede. Minuto 76 la partita va in ghiaccio. Corner calciato da Bentivoglio e Pinato col destro insacca, 2-0 per i padroni di casa. Gol che era nell’aria, o da una parte o dall’altra perchè le squadre si stavano allungando notevolmente. Per il Carpi adesso diventa quasi impossibile che prova una timidissima reazione. L’arbitro manda tutti sotto la doccia, finisce con un 2-0 pesante in favore del Venezia che sorpassa lo stesso Carpi e si aggiudica uno scontro diretto che in futuro potrà essere decisivo in vista play-off. La crisi in casa Carpi continua, bisognerà interrompere questa negatività di risultati il prima possibile e tornare a correre.

TABELLINO:

Venezia (3-5-2): Vicario, Andelkovic, Domizzi,  Bentivoglio, Zigoni, Modolo, Marsura, Suciu, Falzerano, Garofalo, Zampano. All.: Inzaghi.

Carpi (3-5-2): Colombi; Brosco Poli, Ligi; Jelenic,  Sabbione, Verna, Pasciuti, Pachonik; Nzola, Mbakogu. All.: Calabro.

Arbitro: Luigi Nasca della sezione di Bari

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.