Venezia, Dionisi: “La partita è cambiata su un nostro errore. Onore agli avversari”

DIONISI VENEZIA – Il tecnico del Venezia, Dionisi, ha commentato la sconfitta contro l’Empoli. Ecco le sue parole, raccolte da trivenetogoal.it:

“Ho proposto il 4-3-2-1 per limitare un po’ l’Empoli, per cercare di aiutare i centrocampisti. Loro sono bravi a palleggiare e hanno qualità importanti. Ho cercato di limitarli nella costruzione del gioco. Le scelte non sono state turnover, devo fare delle scelte. Lollo aveva fatto solo la rifinitura, ho messo Caligara e lo rifarei, a parte gli ultimi 20 metri in cui è stato sbagliato qualcosa. Fiordilino aveva speso tanto e ho deciso di farlo riposare, pensavo che sarebbe stata necessaria la qualità di Vacca. L’Empoli è una squadra forte venuta qui per vincere fino a inizio secondo tempo. Abbiamo perso una palla in uscita e anche nel secondo gol abbiamo perso palla. L’Empoli non ha rubato nulla, il risultato è troppo pesante, ma c’è del demerito nostro e c’è anche la loro qualità. Il loro primo gol ci ha un po’ abbattuto. La partita è cambiata su un nostro errore, dobbiamo essere più bravi e ricordarci di questa partita per fare meglio la prossima. A Benevento affronteremo la squadra più forte del campionato, viene da una sconfitta e dai festeggiamenti e con noi non vorrà sbagliare. Non avremo Molinaro, perderlo non ci voleva e qualcuno lo sostituirà. Le prossime tre partite al Penzo saranno decisive, dopo la ripresa sapevamo che questo campionato si sarebbe deciso alla fine. Siamo di nuovo in mezzo a lottare, oggi non siamo stati bravi ma onore anche agli avversari che sono una squadra forte”

Venezia, Dionisi: “La partita è cambiata su un nostro errore. Onore agli avversari” ultima modifica: 2020-07-04T00:51:04+02:00 da Pasquale Ucciero
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.