Serie B, i portieri dell’ottava giornata: Lamanna il migliore, i gol condannano Venturi

APPORT PORTIERI SERIE B – Il rendimento di un portiere va valutato sulla base di diversi parametri, dinamica confacente a un periodo, quello attuale, dove qualsiasi posizione deve rispondere a determinate richieste. Ciò è quanto implementato dall’Associazione Italiana Preparatori Portieri Calcio (APPORT) che, settimanalmente, analizza le prestazioni degli estremi difensori elaborando i dati forniti da SICS con il software “GK STAT”. L’ottava giornata ha premiato Eugenio Lamanna, protagonista nel pareggio ottenuto dal Monza sul campo del Pordenone e, come sarà possibile apprendere a breve, costantemente coinvolto nello sviluppo della manovra. Due portieri fanno registrare il 100% di parate in relazione ai tiri subiti: Demba Thiam della SPAL e Wladimiro Falcone del Cosenza. Male Giacomo Venturi della Reggiana che, nonostante sia stato il secondo portiere per numero di parate (dopo Francesco Bardi del Frosinone), ai fini della valutazione ha dovuto arrendersi alle reti subite. Riportiamo, dunque, quanto fornitoci dall’APPORT.

FASE DIFENSIVA

I parametri scelti per la valutazione sono i gol subiti, la percentuale di parate effettuate rispetto ai tiri subiti, i rigori parati, le uscite alte e basse effettuate, gli interventi decisivi ok, cioè quegli interventi che hanno salvato il risultato e gli interventi ko, cioè gli interventi errati che hanno influito sul risultato. Per quanto riguarda la singola giornata, la voce % parate scende a zero se il portiere subisce solo gol o se non riceve alcun tiro in porta, nella classifica riepilogativa invece la percentuale totale viene moltiplicata per il coefficiente e per le presenze effettuate.

FASE OFFENSIVA

Per la fase offensiva si è scelto di analizzare i passaggi ok, cioè le trasmissioni effettuate dal portiere con distanze al di sotto dei 25 mt. la differenza tra ok e ko è data dalla ricezione o meno della palla da parte del compagno. Lo stesso concetto vale per i lanci che conteggiano le trasmissioni effettuate con distanze superiori ai 25 mt. Per passaggi chiave si intendono quelle trasmissioni che saltano una o più linee di pressione, mentre per gli assist si intendono le trasmissioni palla che permettono al compagno ricevente di andare alla conclusione. Entrambe queste ultime due voci sono un di cui dei valori precedenti.

Fonte: APPORT

 

 

 

 

Fonte: APPORT

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.