Bari, arrivano i tre punti contro la Pro Vercelli: decidono Brienza e Maniero

Bisognava subito ritrovare il sorriso dopo il KO contro il Novara maturato nel turno precedente, così è stato: nella partita valevole per l’undicesima giornata del campionato di Serie B, il Bari passa contro la Pro Vercelli tra le mura amiche. Al triplice fischio, dal San Nicola il risultato dice 2 a 0 in favore dei padroni di casa: una rete per tempo, i marcatori sono Maniero nella prima parte di gara e Brienza nella seconda. Fattore casa che si sta rivelando importante per i ragazzi di Stellone, alla seconda vittoria consecutiva tra le mura amiche. La classifica ora dice che i Galletti hanno 16 punti, così come il Perugia, con il quale occupa a pari merito l’ottava posizione, la prima valevole per l’accesso ai playoff. La strada è ancora lunga, il Bari però vuole recitare un ruolo da protagonista. Pro Vercelli che invece manca l’appuntamento con la vittoria per il terzo turno consecutivo, ed i piemontesi, con i loro 13 punti, sono appena una lunghezza sopra la zona playout. Il campionato è agli inizi, il tempo per recuperare c’è tutto.

TABELLINO

BARI (4-4-2) – Micai; Sabelli (79′ Daprelà), Moras, Di Cesare, Cassani; Furlan, Romizi (46′ Basha), Valiani, Doumbia (72′ Ivan); Brienza, Maniero. A disp.: Ichazo, Tonucci, Monachello, De Luca, Martinho, Capradossi. All.: Stellone

PRO VERCELLI (3-5-2) – Provedel; Mussmann, Luperto, Bani; Germano, Berra (73′ Castiglia), Budel, Altobelli (79′ Morra), Mammarella; Ebagua (64′ La Mantia), Mustacchio. A disp.: Zaccagno, Eguelfi, Malonga, Castellano, Emmanuello, Baldini. All.: Longo

MARCATORI: Brienza, Maniero

ARBITRO: La Penna

AMMONITI: Romizi (B), Sabelli (B), Micai (B), Berra (P).

 

Bari, arrivano i tre punti contro la Pro Vercelli: decidono Brienza e Maniero ultima modifica: 2016-10-29T17:07:53+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *