Bari-Cesena, Drago: “Biancorossi da temere, Stellone allenatore preparato”

Torna la Serie B, tornano le avvincenti sfide del campionato cadetto. Domani, ore 19.00, appuntamento per Bari-Cesena: il tecnico dei romagnoli, Massimo Drago, ha parlato in conferenza stampa della difficile sfida che attende domani suoi. Queste le sue dichiarazioni, apparse sul sito ufficiale della società: “Il Bari è una squadra che ha cambiato molto, dalla società all’allenatore. Hanno scelto un tecnico preparato che ha dimostrato in poco tempo quello che è il suo valore vincendo un campionato in serie B e sfiorando una storica salvezza in serie A con il Frosinone. Sicuramente sono una squadra ben preparata caratterizzata da calciatori di qualità, è normale che avendo inserito tanti volti nuovi, serve del tempo per assemblarli al meglio“. Drago non parla di singoli: “A mio avviso possiedono un ottimo organico: buona difesa, centrocampo di gamba ed esperienza e attacco di valore, mi sembra riduttivo parlare dei singoli giocatori”. Si torna in casa propria: “Mi piacerebbe vedere una crescita collettiva di tutta la squadra. E’ la prima volta in stagione che giochiamo lontano dalle mura amiche e c’è curiosità nel vedere l’impatto fuori dal Manuzzi“. Nuovo Kessie?: “Credo che Laribi abbia delle qualità che gli permettono di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo e dell’attacco, è uno di quei giocatori in grado di far variare l’assetto di squadra in base alle esigenze del caso“. Sul campionato:Siamo solo all’inizio ed è troppo presto per trarre conclusioni ma la prima impressione è che possa essere un campionato simile a quello di due anni fa dove si scende in campo più per il risultato e meno per la prestazione. Fa piacere constatare che soprattutto nelle gare casalinghe, si voglia premiare la bellezza e l’entusiasmo che si respira all’interno del nostro stadio. Guardando gli anticipi e i posticipi, credo che l’Orogel Stadium – Dino Manuzzi possa essere considerato come lo spot ideale per il campionato di serie B“.

Bari-Cesena, Drago: “Biancorossi da temere, Stellone allenatore preparato” ultima modifica: 2016-09-15T16:09:03+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *