Benevento, Bucchi: “Per noi esiste solo la partita di domani. Quanto successo all’andata va dimenticato”

BUCCHI CONFERENZA –  Cristian Bucchi si è presentato in conferenza stampa alla vigilia della partita in programma al Vigorito contro il Cittadella, che potrebbe valere l’accesso alla finale playoff per i sanniti. Nonostante il vantaggio acquisito con la vittoria per 2-1 nella gara d’andata del Tombolato, il tecnico dei campani non vuole sentir ragioni ed invita i suoi a tenere alta la concentrazione. Queste le sue dichiarazioni riprese dai colleghi di Ottopagine.it:

“Affronteremo una squadra forte che sa bene cosa fare. Il Cittadella è fastidioso, sa giocare e si conosce molto bene. Fa sempre la sua partita come la faremo noi. La partita d’andata non esiste, giocheremo come se fosse 0-0 e proveremo a vincere. Questo è ciò che dobbiamo fare, loro cercheranno di metterci in difficoltà. All’interno della gara poi ci saranno degli episodi che dovremmo valutare bene”. 

Qualche indizio anche sulla formazione da parte dl’ex tecnico del Sassuolo: “Asencio? È rientrato ieri con la squadra. Gli ultimi cinque mesi sono stati molti difficili a causa dei vari problemi fisici e la sua indisponibilità non ci ha permesso di cambiare prima modulo. Domani ci sarà, purtroppo è una stagione nella quale non è al top della condizione ma da parte sua c’è grande voglia di dare il suo contributo. Resta a disposizione”. Insigne potrebbe giocare, così come Improta o Buonaiuto. Abbiamo tante possibilità da attuare, come quella di Roberto che potrebbe essere una possibilità concreta. In base alle caratteristiche degli avversari faremo le scelte più adatte. E’ ovvio che chiunque dovesse giocare avrà caratteristiche diverse da Armenteros. E’ un calciatore che per le sue doti è determinante e decisivo. Dovremmo essere bravi a farlo con in maniera diversa. Insigne da punta ha fatto bene, Improta ci dà tantissime soluzioni così come Buonaiuto, Ricci o Vokic. Sono caratteristiche diverse ma faremo le cose fatte per bene”. 

“All’andata li abbiamo messi in grande difficoltà. Il Cittadella è abituata a fare la sua partita, credo che dovremmo scendere in campo con questa consapevolezza. Abbiamo preso possesso del terreno di gioco rendendogli la partita difficile con continuità. Anche dopo lo svantaggio non ci siamo demoralizzati e questo mi è piaciuto molto”

“Le dichiarazioni di Insigne sono state perfette per la sua condizione di calciatore. Se uno si accontenta di non giocare non può giocare a calcio. E’ giusto che non condivida le scelte, ma le accetti. Quel tipo di atteggiamento che ha avuto nell’entrare fa sì che l’allenatore possa ricredersi. Doppio regista? È un’opzione contro le squadre che cercano di soffocare le nostri fonti di gioco. Crisetig e Viola sono calciatori molto intellingenti, si abbassano a turno per creare disagio. Potrebbe essere una soluzione da attuare a gara in corso”. 

“Ho chiuso i calciatori nello spogliatoio facendogli capire che non c’è domani. Sabato è presente e nostro futuro, senza pensare alla sfida dell’andata che non esiste. Scendiamo in campo per vincere, niente di più”. 

Benevento, Bucchi: “Per noi esiste solo la partita di domani. Quanto successo all’andata va dimenticato” ultima modifica: 2019-05-24T15:52:05+01:00 da Nicola Cosentino
22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.