ESCLUSIVA PSB – Camorani: “Liverani in panchina ricorda Gattuso, alla Salernitana manca il salto di qualità”

Camorani Lecce

CAMORANI LECCE ESCLUSIVA – Alfonso Camorani, calciatore con un passato importante tra Lecce Salernitana, ha fatto il punto sul momento dei due club in esclusiva ai nostri microfoni.

Ciao Alfonso, la prima curiosità che volevo togliermi riguarda il Lecce: a inizio stagione avresti mai immaginato che avrebbe fatto un campionato del genere?

“Sinceramente no, ma per quanto ha dimostrato nel corso dei mesi merita di starci. La Società si è mossa benissimo anche a gennaio, garantendo due pedine fondamentali per continuare a rincorrere il sogno. La Serie B si conferma il campionato più strano che abbiamo in Italia, in cui non sempre vince chi spende tanto o ha i calciatori migliori.”

I salentini sono reduci da una rimonta casalinga importante, in cui hanno dimostrato grande carattere. Quanto incide la mano di mister Liverani sotto quest’aspetto?

Liverani non lo scopro io e non lo scopre il Lecce. Col Genoa aveva fatto vedere buone cose nel poco tempo avuto a disposizione, mentre a Terni aveva compiuto un vero e proprio capolavoro. In campo mostrava l’intelligenza di un mister, ma non il carisma: la panchina lo ha trasformato. Quando lo guardo incitare la squadra mi sembra Gennaro Gattuso.”

Se i giallorossi stanno sorprendendo, la Salernitana sta disputando un torneo sulla falsariga dei precedenti. Data la bontà della rosa, possiamo parlare di delusione?

“Secondo me sì e fatico a capire cosa accada. Tanti calciatori che reputo ottimi appena arrivano a vestire la maglia granata sembrano dimenticarsi del proprio valore. Ci sta che il pubblico sia deluso e fischi a fine partita: anche chi scende in campo sa che fa parte del nostro sport. Durante il match, però, lo stadio è sempre il 12° uomo in campo, motivo per cui i tifosi meriterebbero soddisfazioni maggiori.”

Dopo le dimissioni di Colantuono, è giunto a Salerno mister Gregucci. Secondo te è stata la scelta giusta?

“Io l’ho avuto proprio a Lecce e per questa ragione posso confermarti che lo è. Lì non gli diedero tempo e modo di mettere in pratica le sue idee di calcio, ma è un motivatore che mette l’anima nel lavoro che svolge. Conosceva già l’ambiente e può sposare la causa della Salernitana, sebbene finora non sia riuscito a migliorare il rendimento del gruppo.”

Da qui alla fine della stagione cosa dobbiamo attenderci da entrambi i club?

BresciaPalermoBenevento sono le tre favorite per la promozione diretta, ma subito dopo può posizionarsi il Lecce. I calciatori credono fortemente in quello che fanno e sono motivati dall’enorme compattezza tra tifoseria, direttore e società. Attualmente chiunque gioca sa di essere nelle condizioni di rendere al meglio e questo consente di ammirare prestazioni di spessore. Penso possano ottenere un ottimo piazzamento e poi giocarsi le proprie carte ai play-off. Per la Salernitana non sarà semplice raggiungere il traguardo: ogni volta che si è chiesta la continuità, la squadra ha floppato. Per migliorare consistentemente la classifica serve una striscia di risultati positivi importanti, che restituisca morale a tutto l’ambiente. Ad oggi manca il salto di qualità.”

 

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

ESCLUSIVA PSB – Camorani: “Liverani in panchina ricorda Gattuso, alla Salernitana manca il salto di qualità” ultima modifica: 2019-02-20T11:50:10+00:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.