“Casa dolce casa”: il Carpi torna a giocare al Cabassi

FOCUS CARPI – E’ di vitale importanza per ogni squadra di calcio disputare le gare casalinghe in uno stadio proprio, indipendente e magari di proprietà e non comunale per moltiplicare i ricavi. Meglio ancora se situato nella propria città senza fare chilometri aggiuntivi per raggiungere l’impianto, frustranti in caso di traffico intenso. E’ il caso del Carpi e della sua cittadina, situata 20 chilometri a nord-ovest di Modena, dove ha giocato per molto tempo (al “Braglia” precisamente) fino alla decisione di qualche giorno fa della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo. Questa ha dato parere favorevole per il ritorno dei biancorossi al “Cabassi”, che conta 5.510 posti. Può veramente portare beneficio a tutti il fatto di sentirsi parte di una dimora comune e non condivisa con nessuna altra squadra e che magari un tifoso può raggiungere in tutta tranquillità per gustarsi un sabato di calcio in casa propria. Si comincia già sabato prossimo contro il Latina.

“Casa dolce casa”: il Carpi torna a giocare al Cabassi ultima modifica: 2016-10-13T18:41:56+00:00 da Pasquale Ucciero
Ciao a tutti, sono Pasquale, ho 19 anni, frequento la facoltà di Giurisprudenza (Federico II). Che dire di me: il calcio è la mia passione, per un ragazzo vedere un pallone che rotola non è un mero movimento meccanico, dietro di esso c'è molto di più: gioia, lacrime, sudore, divertimento, fatica, tensione, euforia, vittorie, delusioni e rispetto per l'avversario prima di tutto! Da "grande" mi piacerebbe fare il telecronista e il mio sogno nel cassetto è commentare una finale di Champions magari ad Anfield Road !!! Sono felice di far parte di questa redazione che può aiutarmi a fare esperienza e mettere insieme i primi mattoncini del puzzle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *