Il delfino riemerge dall’acqua profonda e batte il Novara 1-0, decisiva la rete di Brugman

DELFINO-PESCARA-1936

PESCARA – NOVARA

Allo stadio “Adriatico” va in scena la sfida tra Pescara e Novara, valevole per la 19a giornata di Serie B. I padroni di casa cercano la vittoria per poter abbandonare la zona rossa della classifica, mentre il Novara cerca di affidarsi al suo rendimento esterno, uno dei migliori tra i cadetti.

La prima parte della gara è caratterizzata da un buon avvio del Pescara. Gli uomini di Zeman alzano subito la pressione ma il Novara riesce a difendersi bene. Al 17′ minuto, Mancuso tenta di sbloccare la partita con un tiro da fuori, tuttavia la conclusione finisce sul fondo. Dopo cinque minuti, il Pescara legittima la padronanza mostrata nei primi minuti della gara e sblocca la partita: dal limite dell’area, arriva una grande conclusione a giro di Brugman che si insacca in rete, delfini in vantaggio. Nella fase successiva, il Novara tenta la reazione immediata: al 35′ arriva la grande opportunità di ristabilire la parità, ma Di Mariano spara la palla in curva. Qualche minuto dopo, Sciaudone sfiora la rete con una conclusione insidiosa dai 30 metri.

Nel secondo tempo, parte meglio il Novara che avanza sul fronte offensivo. Al 54′ minuto, Maniero ci prova con un colpo di testa, ma Fiorillo è vigile e riesce a respingere il pericolo. I ritmi si abbassano e di ciò ne beneficia il Pescara, abile nel gestire il risultato a proprio favore. Gli abruzzesi si rendono pericolosi al 73′ minuto con Mancuso ma il portiere Montipò riesce a respingere la conclusione. Dopo qualche minuto, Brugman prova il bis ma il suo tiro finisce fuori di pochi centimetri. Poco dopo, il Novara sfiora la rete del pareggio con una punizione di Ronaldo, la respinta istintiva di Fiorillo riesce a salvare la sua squadra. Vengono assegnati tre minuti di recupero e c’è tempo per un’ultimissima occasione firmata Di Mariano, tuttavia la palla finisce di poco a lato. In seguito, l’arbitro fischia la fine della partita.

Vittoria importantissima per il Pescara, che riesce ad abbandonare la zona play-out, raggiungendo quota 24 punti e scavalcando proprio il Novara. Prova poco lucida per gli ospiti che hanno peccato di concretezza e precisione nelle occasioni più importanti.

TABELLINO PESCARA – NOVARA 1-0

Reti: 22’ Brugman (P)

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Perrotta, Crescenzi; Coulibaly, Carraro, Brugman (C); Mancuso, Pettinari, Benali.
A disposizione: Antonino, Stendardo, Coda, Elizalde, Mazzotta, Capone, Proietti, Cappelluzzo, Del Sole, Baez.
Allenatore: Z. Zeman.

Novara (3-5-2): Montipò; Golubovic, Troest, Del Fabbro; Dickmann, Casarini (62’ Chaija), Orlandi (79’ Ronaldo), Sciaudone, Di Mariano; Maniero, Da Cruz (62’ Macheda).
A disposizione: Farelli, Benedetti, Sansone, Beye, Schiavi, Moscati, Calderoni, Bove.
Allenatore: E. Corini.

Ammoniti: 38’ Carraro, 81’ Zampano, 93′ Perrotta (P), 43’ Troest (N)

Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta.

Il delfino riemerge dall’acqua profonda e batte il Novara 1-0, decisiva la rete di Brugman ultima modifica: 2017-12-17T20:01:38+02:00 da Danilo Buonpensiero
Nato a Palermo nel 1996. Sin da bambino coltivo una passione immensa per il calcio e per tutto ciò che lo riguarda. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'Università degli Studi di Palermo. Il sogno nel cassetto si chiama giornalismo sportivo. Redattore per Pianetaserieb.it dal 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.