Venezia, Domizzi: “Abbiamo vissuto una situazione atipica. Zenga? Mi è dispiaciuto”

DOMIZZI VENEZIA – Maurizio Domizzi, difensore e capitano del Venezia, è intervenuto ai microfoni di Trivenetogoal, dove ha affrontato temi rilevanti come quello del nuovo avvicendamento sulla panchina dei Lagunari: “Posso dire che è la prima volta per me che mi capita una stagione con due cambi di allenatore. Ho 39 anni, ma evidentemente ero stato molto fortunato sinora. Di esoneri è pieno il mondo, ma due nella stessa stagione non è una situazione frequente“.

Sull’esonero di Zenga: “Mi è dispiaciuto, perché ovviamente alla mia età mi sento ulteriormente più responsabilizzato e coinvolto in una situazione come questa che stiamo vivendo. Può essere banale dire che quando cambiano due allenatori è colpa dei giocatori. Ma a me non piace parlare di colpe, bensì di responsabilità. E io da capitano di responsabilità me ne sento davvero molta“.

Sull’infortunio al polpaccio: “Ho avuto una lesione di primo grado al polpaccio. C’era un percorso prestabilito e definito al momento dell’infortunio, sta andando tutto bene. Nei prossimi giorni dovrei fare un controllo e, se tutto andrà bene, poi rientrerò in gruppo. L’obiettivo è quello di essere a disposizione per Salernitana-Venezia, alla ripresa del campionato“.

Dopo aver giocato insieme, Domizzi ha ritrovato Bazzani, oggi vice di Cosmi: “È vero, abbiamo avuto un’esperienza comune alla Sampdoria. Non dico che è un piacere ritrovarlo, perché mi sarebbe piaciuto che ci incontrassimo di nuovo in una situazione diversa, molto meno complicata di questa. Ma sono contento di poter lavorare con lui, è strano vederlo dall’altra parte“.

Su Garofalo: “Conosco bene Agostino e so che lui, come me, tiene tantissimo a questa maglia e a concludere bene la stagione. Serve un passo alla volta e sono convinto che sia io che lui potremo dare il contributo che Cosmi e i nostri tifosi si aspettano“.

Testa a Salernitana-Venezia: “Con un campionato a 19 squadre, tutti lottano per qualche obiettivo. Loro sono messi meglio rispetto a noi, ma per affrontare squadre senza più nulla da chiedere credo bisognerà attendere le ultime due giornate. Forse addirittura l’ultima“.

Venezia, Domizzi: “Abbiamo vissuto una situazione atipica. Zenga? Mi è dispiaciuto” ultima modifica: 2019-03-21T13:11:19+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.