ESCLUSIVA PSB – Virtus Entella, Brescianini: “L’obiettivo primario è la salvezza. Il sogno? Raggiungere i playoff”

brescianini

ESCLUSIVA PSB BRESCIANINI ENTELLA – Nonostante la pausa imposta dagli impegni delle Nazionali, le squadre di Serie B sono al lavoro per preparare il ritorno in campo. Proprio in vista della prossima giornata, la nostra redazione ha raggiunto in esclusiva il talentuoso centrocampista di proprietà del Milan, ma attualmente in prestito alla Virtus Entella, Marco Brescianini.

Buongiorno Marco, innanzitutto come sta? E’ carico per questa nuova stagione?

«Buongiorno. Sì, adesso sto molto bene e sto entrando in forma. Ho finito tardi il campionato quest’anno, viste le convocazioni in prima squadra con il Milan, dunque mi è occorso un po’ di tempo in più. Sono molto carico, la stagione che ci aspetta è lunga. Questo campionato, inoltre, sarà molto importante per la mia crescita».

Quali sono le sue impressioni riguardo il campionato di Serie B? Quest’anno si preannuncia una stagione infuocata.

«Sì, secondo gli addetti ai lavori si può quasi parlare di Serie A2, visto l’altissimo livello di tante squadre. I club che possono ambire alla promozione sono molti, altrettanti saranno quelli che lotteranno per non retrocedere. Noi dovremo essere bravi ad affrontare ogni partita come se fosse una guerra, l’attenzione dev’essere massimale. Giocheremo ogni partita per vincere».

Quest’anno siete partiti un po’ a rilento: pareggio sul campo del Cosenza e sconfitta casalinga contro la neopromossa Reggiana. Qualcosa non sta funzionando?

«No. E’ solo un momento. Credo che, almeno l’ultimo, sia stato un risultato un po’ bugiardo. Abbiamo creato molto, ma non abbiamo finalizzato. La sfortuna ha girato un po’ dalla nostra parte. Siamo fiduciosi, nel tempo le cose miglioreranno».

Addentrandoci un po’ in temi tattici, lei negli ultimi anni ha giocato spesso mediano, mentre nelle ultime due partite è stato schierato mezzala sinistra. Cosa le chiede mister Tedino?

«Personalmente mi sento una mezzala. E’ vero, negli ultimi anni spesso sono stato schierato mediano, ma il mio ruolo naturale è la mezzala. Il mister, da noi centrocampisti, pretende aggressività. Vuole che giochiamo un calcio veloce e che rispettiamo le distanze tra i reparti per restar sempre corti. Ciò aumenta le soluzioni quando si ha il pallone tra i piedi».

Dopo la sosta ospiterete la Reggina, club che sul mercato ha investito molto e che ambisce a un posizionamento importante in classifica. Che tipo di partita vi aspettate?

«Ora ci attende una settimana di duro lavoro per preparare al meglio questa partita. La Reggina è una squadra di grande esperienza, con giocatori di valore assoluto per la categoria. Dovremo mantenere alta la guardia e provare a sfruttare tutte le occasioni che ci si presenteranno».

Per chiudere, qual è l’obiettivo stagionale della Virtus Entella? E quale quello suo personale?

«A livello di squadra l’obiettivo primario è certamente la salvezza. Bisogna tener conto che, come già detto, quest’anno il campionato sarà davvero difficile. Il sogno, poi, sarebbe quello di accedere ai playoff. Pensiamo però un passo alla volta. A livello personale voglio crescere il più possibile, sotto tutti i punti di vista. Ho ancora tanta strada da fare. Spero di giocare tante partite, perché soprattutto grazie all’esperienza si migliora. Sicuramente mi piacerebbe fare qualche gol da mezzala».

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.