ESCLUSIVA PSB – Como, Crispino: “Playoff meritati, ora arriviamo più avanti possibile”

Una stagione difficile, caratterizzata da un serio infortunio, al quale è seguita l’inevitabile fase di recupero, ma qualità che sono rimaste intatte. Diamante Crispino, portiere classe ’94 prodotto del settore giovanile del Napoli, attualmente al Como, ha contribuito alla qualificazione ai playoff dei Lariani, impegnati nel Girone A di Lega Pro, a suon di buone prestazioni quando è stato chiamato in causa. Intervistato in esclusiva da PianetaSerieB.it, non sono mancati gli argomenti di discussione con l’estremo difensore.

La regular season si é conclusa con la vostra qualificazione ai playoff: possiamo dire che l’obiettivo stagionale é stato raggiunto? Oppure ad inizio stagione avevate altri progetti?

“Sicuramente il primo obiettivo stagionale che ci siamo prefissati a suo tempo era la salvezza, anche per la situazione che si era creata. Siamo stati però costantemente in zona playoff, e penso che alla fine ce lì siamo meritati”.

Adesso incontrerete il Piacenza: le due partite in campionato hanno lasciato non pochi strascichi di polemiche, la voglia di vincere è ancora maggiore alla luce di quanto appena detto?

Mah, ti dirò, non credo. Quella contro il Piacenza è una partita importantissima indipendentemente dai recenti trascorsi, che non dovranno condizionarci perché, ripeto, è una partita che non ha bisogno di presentazioni per il peso specifico che ha”.

Adesso possiamo dirlo, sognare non costa nulla.

Sicuramente questa prima partita dei playoff sarà molto difficile, anche perché avremo un solo risultato ovvero la vittoria. Posso assicurare che ce la metteremo tutta e speriamo di arrivare il più avanti possibile”.

Adesso parliamo di Crispino: che bilancio personale di questa stagione ti senti di tracciare?

Questa è stata per me una stagione molto sfortunata a causa dell’infortunio, però per fortuna mi sono ripreso in tempo da poter dare una mano alla squadra ed ho giocato le ultime due partite”.

Serie B e Lega Pro, cosa cambia per un portiere, alla luce dell’evoluzione del ruolo negli ultimi anni?

Sicuramente in Serie B il livello dei giocatori è diverso, ma questo accade ogni qualvolta si sale di categoria, anche se in Lega Pro ci sono degli elementi fortissimi. La concentrazione deve essere sempre al massimo, indipendentemente dalla categoria, e bisogna sempre essere pronti quando si viene chiamati in causa”.

 

La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte

 

Foto: Luca Rea

ESCLUSIVA PSB – Como, Crispino: “Playoff meritati, ora arriviamo più avanti possibile” ultima modifica: 2017-05-09T09:30:39+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.