Foggia, quando le capacità balistiche possono salvare il risultato

Zaccheria foggia

Una stagione che, fino a questo momento, si è rivelata essere intesa, confusa, appassionante ma stancante, sia per il fisico che per la mente. Foggia e il Foggia si augurano in un 2019 dal copione diverso rispetto agli ultimi mesi. La prima parola spetterà al campo, dove bisogna migliorare la situazione in classifica, che continua a risentire del -8 di partenza. Con Grassadonia prima e Padalino poi, i Satanelli stanno cercando di uscire da questa situazione e, dati alla mano, un grande aiuto sta arrivando dalle notevoli capacità balistiche dei calciatori rossoneri. Con quella realizzata da Gerbo nell’ultimo match contro l’Hellas Verona, sono infatti ben tredici le reti arrivate grazie a conclusioni dalla distanza. Avere un’identità è fondamentale ma, nelle partite più complicate, il Foggia saprà da dove attingere per cambiare il risultato.

Foggia, quando le capacità balistiche possono salvare il risultato ultima modifica: 2019-01-01T11:00:05+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.