La Salernitana stende l’Avellino con una rimonta pazzesca, il derby termina 2-3

salernitana

AVELLINO – SALERNITANA 

Lo stadio “Partenio-Lombardi” ospita il derby campano tra i padroni di casa dell’Avellino e la Salernitana. I lupi vanno alla ricerca dei tre punti per poter esaltare le proprie ambizioni di classifica, situazione quasi opposta per gli ospiti che cercano di abbandonare la zona rossa. Nel primo tempo, le due squadre si studiano a vicenda dando vita ad un totale equilibrio: i padroni di casa cercano di gestire la partita ma la Salernitana riesce a coprire bene tutti gli spazi. Le occasioni più rilevanti portano la firma di Castaldo: l’attaccante dell’Avellino sfiora la rete all’11’ minuto con un piattone destro che finisce di poco fuori, qualche minuto dopo riesce a ripetersi con un pericoloso colpo di testa su cui Radunovic riesce a farsi trovare pronto. Negli ultimi minuti della prima frazione di gioco, si rende pericolosa la Salernitana: Vitale batte una punizione insidiosissima su cui il portiere Radu si supera e respinge in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner, arriva un nuovo pericolo con Sprocati che riesce a servire Minala, quest’ultimo scivola e spreca una grande opportunità. Nel secondo tempo, l’Avellino è più pimpante degli avversari e riesce a trovare subito il vantaggio: Di Tacchio crossa in area e trova Kresic, quest’ultimo riesce a battere Radunovic con un preciso colpo di testa. Al 60′ minuto arriva il raddoppio dell’Avellino con Laverone: il capitano effettua un grande tiro dalla distanza su cui il portiere granata, ostacolato da una deviazione, non può nulla. La sicurezza del risultato gioca un brutto scherzo ai padroni di casa, vittime di un blackout mentale che ha riacceso l’entusiasmo della Salernitana. Sugli sviluppi di un corner di Rosina, l’attaccante Rodriguez riesce a riaprire il derby con una rete da opportunista. L’assalto granata si concretizza con la rete del pareggio all’85’ minuto, il protagonista è Sprocati che riesce a saltare un paio di difensori avversari e trafigge Radu con un tiro diagonale. Vengono assegnati cinque minuti di recupero. A pochi secondi dal fischio finale arriva la beffa più grande per l’Avellino: Minala raccoglie il passaggio di Sprocati e gonfia la rete con un tiro sul palo lontano, consentendo alla sua squadra di completare la rimonta ed aggiudicarsi uno dei derby più pazzi di sempre. Tre punti importantissimi per la Salernitana che riesce a raggiungere quota dieci punti, doccia freddissima invece per i padroni di casa che pagano l’eccessiva superficialità dei minuti finali.

TABELLINO AVELLINO-SALERNITANA 2-3

AVELLINO (4-4-1-1): Radu; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone (39′ st Lasik), D’Angelo, Di Tacchio, Molina (20′ st Paghera); Castaldo; Ardemagni (35′ st Bidaoui). A disposizione: Iuliano, Lezzerini, Pecorini, Marchizza, Moretti, Camarà, Falasco, Asencio, Suagher. Allenatore: Novellino.
SALERNITANA (3-4-3): Radunovic; Mantovani, Schiavi, Bernardini; Kiyine (27′ st Bocalon), Minala, Odjer (19′ st Ricci), Vitale; Cicerelli (13′ st Rosina), Rodriguez, Sprocati. A disposizione: Adamonis, Pucino, Signorelli, Zito, Alex, Kadi, Gatto, Bocalon, Asmah, Rossi. Allenatore: Bollini.

Arbitro: Fourneau di Roma 1.

Reti: 3′ st Kresic, 14′ st Laverone, 28′ st Rodriguez, 40′ st Sprocati, 51′ st Minala

Ammoniti: 18′ pt Odjer, 35′ pt Molina, 36′ st Minala (S).

Nato a Palermo nel 1996. Sin da bambino coltivo una passione immensa per il calcio e per tutto ciò che lo riguarda. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'Università degli Studi di Palermo. Studente in Televisione, Cinema e New Media alla IULM. Il sogno nel cassetto si chiama giornalismo sportivo. Redattore per Pianetaserieb.it dal 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.