Nenè, il rapace che sbrana l’Ascoli: 2-0 Spezia al Del Duca

Due gol, entrambi realizzati nell’area piccola, dimostrazione di un killer instinct indomabile: questo il marchio di Nenè sul match tra Ascoli Spezia, conclusosi sullo 0-2. Liguri che, trascinati dal loro bomber, hanno domato senza eccessive pene la squadra di Aglietti, apparsa sì volenterosa, ma di caratura tecnica e caratteriale decisamente inferiore. Esemplificazione di ciò soprattutto la prima frazione di gioco: i marchigiani fanno la partita, ma difettano di cattiveria alle soglie dell’ultimo passaggio, mentre gli uomini di Di Carlo capitalizzano con ben due reti le discese sulla fascia prima di Piu e poi di Vignali ai minuti 19 e 38. Durante la ripresa l’Ascoli tenta più volte di sovvertire il corso degli eventi, ma si scontra con un sontuoso Chichizola che, grazie ai suoi interventi, congela il vantaggio fino al termine della sfida.

Tabellino

Stadio: Del Duca di Ascoli Piceno.

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Pecorini, Augustyn, Mengoni, Mignanelli; Carpani, (19’st Hallberg) Bianchi, Cassata (10’st Jaadi); Orsolini, Favilli, Gatto (28’st Perez)
A disposizione: Ragni, Gigliotti, Felicioli, Almici, Addae, Lazzari,
Allenatore: Alfredo Aglietti.

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; Vignali, Datkovic, Terzi, Migliore; Pulzettin (25’st Deiola), Signorelli, Sciaudone; Mastinu (32′ Ceccaroni) Nenè, (26’st Granoche) Piu.
A disposizione: Valentini, Ceccaroni, Baez, Deiola, Okereke, Maggiore, Tamas, Granoche, Galli.
Allenatore: Domenico Di Carlo.

Arbitro: Daniele Martinelli di Roma.

Marcatori: 19’pt e 38’pt Nenè (S)

Ammonizioni: Sciaudone (S), Mengoni (A), Pulzetti (S), Favilli (A), Gatto (A), Nenè (S), Mignanelli (A), Datkovic (S)

Nenè, il rapace che sbrana l’Ascoli: 2-0 Spezia al Del Duca ultima modifica: 2016-10-02T19:42:02+00:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *