Il Novara vince di misura sulla Salernitana: finisce 1-0

NOVARA-SALERNITANA  – Finisce 1-0 il match andato in scena al “Silvio Piola”. I piemontesi non falliscono l’appuntamento casalingo vincendo di misura sulla Salernitana di mister Sannino. Partono forte i padroni di casa e al 6′ sono già avanti: Galabinov vince un duello di forza sulla sinistra, arriva sul fondo e la mette in mezzo, la palla deviata da Sansone, giunge dalle parti di Faragò che su uscita a valanga di Terracciano non perdona. Fioccano le occasioni per il Novara in particolar modo con Faragò e Sansone, il portiere ospite è bravo in più occasioni a dire no. Nella ripresa il copione è sempre lo stesso, con il Novara ad un passo dal raddoppio con Galabinov che prende il palo. Passano i minuti ed è ancora Faragò di testa su corner a sfiorare il goal al 75′. Dopo 6′ di recupero l’arbitro fischia la fine delle ostilità. Partita a senso unico con gli uomini di Sannino mai pericolosi. Da registrare due time-out per il forte caldo e molti ammoniti. Buona vittoria per il Novara che dopo un avvio di campionato con il freno a mano tirato, mette in cascina 3 punti preziosi.

Novara: Da Costa; Dickmann, Troest, Scognamiglio, Calderoni; Viola, Casarini; Faragò, Sansone (Selasi 77′), Corazza (Kupisz 69′); Galabinov (Bajde 93′)
All.: Roberto Boscaglia

Salernitana: Terracciano, Vitale, Bernardini, Schiavi  (Della Rocca 73′), Busellato, Coda, Rosina, Donnarumma (Caccavallo 55′), Mantovani, Odjer, Laverone (Joao Pedro Silva 85′)
All.: Giuseppe Sannino

Marcatori: 7′ Faragò
Ammoniti: 12′ Bernardini (S), 16′ Sansone (N), 27′ Busellato (S), 29′ Vitale (S), 53′ Schiavi (S), 61′ Calderoni (N), 79′ Laverone (S), 94′ Casarini (N)

Il Novara vince di misura sulla Salernitana: finisce 1-0 ultima modifica: 2016-09-10T17:42:20+00:00 da Pasquale Ucciero
Ciao a tutti, sono Pasquale, ho 19 anni, frequento la facoltà di Giurisprudenza (Federico II). Che dire di me: il calcio è la mia passione, per un ragazzo vedere un pallone che rotola non è un mero movimento meccanico, dietro di esso c'è molto di più: gioia, lacrime, sudore, divertimento, fatica, tensione, euforia, vittorie, delusioni e rispetto per l'avversario prima di tutto! Da "grande" mi piacerebbe fare il telecronista e il mio sogno nel cassetto è commentare una finale di Champions magari ad Anfield Road !!! Sono felice di far parte di questa redazione che può aiutarmi a fare esperienza e mettere insieme i primi mattoncini del puzzle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *