Casasola ribalta la partita, la Salernitana passa con un 2-1 a Palermo

PALERMO SALERNITANA CRONACA – Dopo la lunghissima sosta di inizio gennaio, Palermo Salernitana riaprono le danze del campionato di Serie B nel Friday Night. Al primo minuto di gioco la capolista mette subito pressione sui granata con la serpentina dalla sinistra di Trajkovski che costringe Micai all’intervento coi piedi. Dopo un buon avvio degli uomini di Gregucci, a passare sono i padroni di casa al 18′ sugli sviluppi di una punizione: in seguito a una deviazione, Haas serve a centro area Jajalo che piazza la sfera dove il portiere non può arrivare. Al 25′ il sussulto degli ospiti è affidato a una conclusione di Andrè Anderson da fuori area, che viene deviata e termina a lato spaventando Brignoli. Sul corner successivo, tuttavia, il Palermo recupera il pallone e Rispoli si lancia in un coast to coast neutralizzato solo da un’ottima parata di Micai. La più ghiotta occasione della Salernitana giunge al minuto 40: percussione sulla destra di Akpa Akpro che dal fondo serve al centro Jallow, ma il suo tiro a botta sicura viene rimpallato dalla difesa. Il cambio d’inerzia è però nell’aria e infatti un minuto dopo i campani pareggiano col primo gol in di un davvero positivo André Anderson. Stavolta la percussione è di Vitale dalla sinistra, Rispoli interviene per sottrargli la sfera, ma questa finisce sul piede del brasiliano che dal limite e con l’aiuto di una deviazione scrive l’1-1.

La ripresa comincia a ritmi alti, sulla falsariga dell’ultimo quarto d’ora del primo tempo. A produrre più gioco è l’undici di Stellone, ma il primo tiro, largo oltre il primo palo, è di Djavan Anderson al 57′.  Tre minuti dopo il mister dei siciliani sostituisce Haas con Puscas e passa a un decisamente offensiva 4-2-4 nel tentativo di vincere la partita. Il cambio invece di imprimere una svolta, rallenta di molto la manovra e blocca nuovamente il match. Uno dei momenti più concitati del secondo tempo è l’uscita dal campo per infortunio di Akpa Akpro, autore di una prestazione davvero notevole in fase di rottura e di pressing. Negli ultimi 20 minuti, dunque, Minala comincia la sua terza esperienza con la maglia della Salernitana. Anche nella fase seguente continuano a prevalere le interruzioni causate da falli e a conferma di ciò cresce anche il numero di ammoniti. All’81’ è Jallow a cercare il gol dal vertice sinistro dell’area al termine di una bella azione in contropiede della formazione granata. Sul corner successivo Migliorini vede il suo colpo di testa esser respinto da sulla linea da Puscas e in occasione del ribaltamento di fronte Rispoli calcia debolmente ignorando un liberissimo Falletti. Nei minuti di recupero un errore clamoroso di Trajkovski consente ai granata di partire con quattro uomini in contropiede: Di Tacchio conduce il possesso, ai 20 metri apre a destra sul subentrato Casasola che con un diagonale chirurgico dal limite batte Brignoli e sigla il 2-1.

Arriva dunque la prima sconfitta di Stellone sul Palermo, che perde in casa contro una Salernitana fino a stasera incapace di ottenere vittorie in rimonta.

 

TABELLINO

Marcatori:  17’ Jajalo (P) 41’ A. Anderson, 93’Casasola (S)

Palermo (4-3-2-1): Brignoli; Rispoli, Rajkovic (49’Pirrello), Szyminski, Accardi (84’Salvi); Jajalo, Haas (60’Puscas),  Chochev; Trajkovski, Falletti; Moreo.  In panchina: Avogadri, Pomini, Embalo, Ingegneri, Fiordilino, Murawski. Allenatore: Stellone

Salernitana (3-4-2-1): Micai; Perticone, Migliorini, Gigliotti; Pucino, Akpa Akpro (72’Minala), Di Tacchio, Vitale; D.Anderson, A.Anderson; Jallow (84’Djuric). In panchina: Vannuchi, Mantovani, Casasola, Mazzarani, Orlando, Vuletich, Rosina, Bocalon, Russo.Allenatore: Gregucci

Arbitro: Sig. Federico Dionisi della sez. dell’Aquila

 

Casasola ribalta la partita, la Salernitana passa con un 2-1 a Palermo ultima modifica: 2019-01-18T22:56:36+00:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.