Pescara, non basta Benali: colpo esterno del Cittadella

zeman

Nel lunch match dell’ottava giornata di Serie B, arriva la vittoria del Cittadella sul campo di Pescara. Partita che vede i ragazzi di Venturato passare in vantaggio dopo appena due minuti di gioco con Adorni, abile ad impattare il pallone sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Bartolomei. Primi venti minuti infernali per la squadra di Zeman, che subisce il secondo gol al 18′, con Siega che su lancio lungo dalle retrovie è in posizione regolare, si invola verso l’area di rigore e, dopo aver evitato Fornasier, batte Pigliacelli. Pescara che rientra in partita al 37′ con Benali, che trasforma in gol un calcio di rigore conquistato da Mazzotta. Nella ripresa il Cittadella si difende con ordine, nonostante gli abruzzesi abbiano un paio di occasioni importanti con Pettinari e lo stesso Benali. Al triplice fischio il risultato non cambia, Cittadella che in attesa delle altre partite balza a pari punti con Perugia, Palermo ed Avellino nella lotta per il secondo posto, mentre il Pescara resta a 10 punti.

TABELLINO

Pescara (4-3-3): Pigliacelli; Zampano, Bovo, Fornasier, Mazzotta (80’ Crescenzi); Coulibaly, Brugman (C), Kanoutè; Del Sole (80’ Cappelluzzo), Pettinari (64’ Ganz), Benali.
A disposizione: Fiorillo, Balzano, Valzania, Perrotta, Carraro, Baez.
Allenatore: Z. Zeman.

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Pelagatti, Adorni, Benedetti; Bartolomei, Iori (C) (59’ Settembrini), Siega (64’ Chiaretti); Schenetti; Strizzolo (70’ Arrighini), Kouamé.
A disposizione: Baleari, Litteri, Caccin, Pasa, Camigliano, Bizzotto.
Allenatore: R. Venturato.

Marcatori: Adorni, Siega, Benali.

Ammoniti: 33’ Alfonso (C), 61’ Kanouté (P)

Arbitro: Davide Ghersini di Genova.

Pescara, non basta Benali: colpo esterno del Cittadella ultima modifica: 2017-10-08T14:39:39+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.