Pescara, Repetto: “Costruito un buon organico, non abbiamo partecipato ad aste”

REPETTO PESCARA – Giorgio Repetto, direttore generale del Pescara, è stato raggiunto dai microfoni di Rete8. Ecco le sue dichiarazioni raccolte da pescarasport24.it: “Di Gaudio, Ciofani e Ceravolo? Costi indecenti, siamo contenti dei nostri attaccanti. Il Cosenza? Squadra organizzata, Braglia valore aggiunto. È uno dei più preparati. Non abbiamo partecipato ad aste, scelta saggia. Stiamo parlando, per carità, di ottimi calciatori, che abbiamo seguito. Ma ripeto, per me è indecente investire cifre pazzesche, tra cartellini e rispettivi ingaggi, per ultratrentenni come Ceravolo o Daniel Ciofani. Lo stesso Di Gaudio, che alla fine è rimasto a Verona, percepisce qualcosa come 500mila euro netti. Meglio restare così. Quest’anno ci sono, sulla carta, 9/10 squadre altamente competitive in virtù degli investimenti fatti. Le tre retrocesse e poi, in ordine sparso, Perugia, Cremonese, Benevento, Salernitana, Crotone e Spezia. Aggiungo il Cittadella sebbene sia partito male. Noi siamo riusciti ad allestire un buon organico, dove potremmo arrivare non lo so. Prematuro dirlo, il campo è il giudice supremo“.

Pescara, Repetto: “Costruito un buon organico, non abbiamo partecipato ad aste” ultima modifica: 2019-09-11T15:53:39+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.