Pisa, ancora un comunicato dei Corrado in risposta ai Petroni

Ancora l’ennesimo comunicato, questa volta da parte dei Corrado che provano nuovamente a mettere le cose in chiaro sulla trattativa in essere coi Petroni. Ecco quanto si legge:

“Adesso Carrara holding dovrà assumersi le proprie responsabilità nei confronti delle istituzioni, dei tesserati, dei tifosi e dei cittadini di Pisa per non aver accettato una qualificata proposta di acquisto, certificata dalla Lega B e corredata da un versamento di 700mila euro alla Lega. Prendiamo atto dell’ennesimo comunicato di Carrara Holding, finalizzato a confondere la realtà dei fatti e del comunicato della Lega B,con il quale il Presidente Andrea Abodi,a riprova di grande impegno e professionalità, tenta ancora una volta di porre rimedio ai ripensamenti e ai gravi ritardi del venditore – scrive Magico in una nota -.Conferma di non aver ancora ricevuto accettazione ufficiale,via pec, da parte di Carrara Holding dell’unica offerta vincolante inviata alla Lega Serie B in data 23 Novembre 2016 su uno schema proposto dai venditori e supervisionato dalla stessa Lega B. Carrara Holding – scrive sempre Magico srl – si è limitata esclusivamente, attraverso un comunicato stampa di accettazione parziale, emesso il 7 dicembre 2016, a tranquillizzare l’opinione pubblica, la squadra, gli acquirenti e i creditori senza dare seguito a nessun processo necessario e propedeutico alla chiusura dell’operazione. In realtà, Carrara Holding ha continuato ad avanzare, ogni giorno, nuove richieste e nuove condizioni, in gran parte accettate dalla parte acquirente. Ma nonostante gli sforzi e le continue concessioni della parte acquirente, Carrara Holding, attraverso l’invio di un bozza contrattuale completamente stravolta, in totale contrapposizione alla proposta irrevocabile consegnata ed accettata e agli accordi seguenti, ha rifiutato di ancorare una parte del prezzo alla certificazione,obbligatoria per la Lega B, del bilancio consuntivo e previsionale, di risolvere il contratto di lavoro con parte del management attuale, di garantire contrattualmente l’attendibilità dei documenti depositati in data room, di confermare le garanzie patrimoniali in precedenza riconosciute e di provvedere ad ottenere dai tesserati una liberatoria per impegni assunti dalla società e non previsti dal contratto. In sostanza Carrara Holding ha inteso incassare un corrispettivo tutto e subito, senza alcuna certificazione, garanzia, responsabilità patrimoniale a favore del soggetto acquirente, diversamente da quanto richiesto dai compratori nella proposta irrevocabile. Crediamo, arrivati fin qui, che Carrara Holding dovrà assumersi le proprie responsabilità nei confronti delle istituzioni, dei tesserati, dei tifosi e dei cittadini di Pisa per non aver accettato una qualificata proposta di acquisto, certificata dalla Lega B e corredata da un versamento di 700mila euro alla Lega stessa”.

Pisa, ancora un comunicato dei Corrado in risposta ai Petroni ultima modifica: 2016-12-14T21:09:23+00:00 da Francesco Gala
Salve a tutti! Mi chiamo Francesco ed ho 20 anni. Studio Scienze della Comunicazione presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Lo sport ed il giornalismo sono due passioni che da sempre fanno parte di me. Sono un amante della Serie B e credo tantissimo nella redazione di "PianetaSerieB" formata da un gruppo di giovani con tanta voglia di fare bene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *