Pisa, la situazione legata alla cessione del club e alla ristrutturazione dello stadio sta per entrare nel vivo

PISA CLUB STADIO – A Pisa, la situazione relativa alla cessione del club e al nuovo stadio, sta entrando nel vivo. Il passaggio di proprietà della società e il progetto di ristrutturazione dello Stadio potrebbero essere due facce della stessa medaglia, destinate ad incorciarsi. Al centro della trattativa, per quanto riguarda le quote del club, c’è – come riporta Il Tirreno – il magnate Alexander Knaster, interessato a rilevare la maggioranza del club (75% delle azioni, cioè l’equivalente di quanto posseduto da Ricci e Paletti). Per quanto riguarda la questione stadio, invece, entra in scena un altro protagonista, un gruppo internazionale con sede a Londra che si occupa di intrattenimento, eventi musicali e concerti. Tale gruppo, mesi fa, ha chiesto una relazione riguardante la realtà pisana, per studiarne la popolazione. I pezzi del puzzle, sul banco, sono ancora sparsi, per questo proviamo a fare chiarezza: Knaster è pronto ad investire sulle quote del Pisa, a patto che si trovi l’accordo. Poi, proseguendo con la ristrutturazione dell’Arena, c’è bisogno di trovare un’altra parte in grado di investire i 25-30 milioni di euro stimati per tali lavori, e qui subentrerebbe il gruppo con sede a Londra. Gli interessi che il gruppo potrebbe poi trarre da questo investimento sono legati al fatto che lo stadio, in tal caso, diverrebbe una sorta di “contenitore” di eventi, con punti di ristoro, cinema e attività commerciali.

Salve, sono Oriolo Demetrio. Ho ventidue anni e mi sono diplomato al Liceo Classico. Sono un grandissimo appassionato di sport e seguo in particolar modo il calcio. Seguo con molto interesse le questioni politiche, di cronaca e d'attualità che riguardano il nostro paese. Gioco a calcio livello dilettantistico nella squadra del mio paese e sono un assiduo frequentatore della palestra. Ossessionato dalla letteratura, mi cimento nella scrittura di tutto ciò che i miei occhi e i miei sentimenti captano. Amo scrivere per rifugiarmi in posti da me creati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.