Il Pisa torna a fare punti, ma il pareggio contro la Pro Vercelli serve a poco

Un pareggio arrivato con il solito cuore, osando leggermente in più rispetto al solito (i 17 tiri complessivi ne sono la dimostrazione) ma che, purtroppo per il Pisa, serve a poco ai fini della classifica. Contro la Pro Vercelli è un 1 a 1 (nota a margine, Provedel non subiva gol da 6 partite) che permette ai toscani di tornare a fare punti dopo tre sconfitte consecutive, senza però che i ragazzi di Gattuso riescano a fare passi in avanti in graduatoria, complice anche il successo del Latina sul campo della Virtus Entella. Dopo essere passati in svantaggio a seguito del rigore trasformato da Comi, Gattuso indovina il cambio con Cani che, al 74′, trova la rete del definitivo pareggio. L’attaccante avrebbe anche un paio di occasioni per portare i suoi in vantaggio, ma non trova la porta. Speranze oramai ridotte all’osso per il Pisa, al quale non resta che aggrapparsi alla speranza dopo una stagione che definire difficile sarebbe riduttivo. La Pro Vercelli continua invece nella propria striscia utile, ora l’ottavo posto (il primo utile per l’accesso ai playoff) dista solo 4 punti.

PISA (3-4-1-2): Ujkani; Del Fabro, Milanovic (35′ Gatto), Lisuzzo; Golubovic, Lazzari, Di Tacchio, Longhi; Peralta (70′ Cani); Masucci (56′ Mannini), Lores. A disp. Cardelli, Verna, Birindelli, Angiulli, Zonta, Zammarini. All. Gattuso

​PRO VERCELLI (3-5-2): Provedel; Konate, Bani, Legati; Germano, Altobelli, Vives (63′ Castiglia), Emmanuello, Eguelfi; Morra (69′ Starita), Comi (73′ La Mantia). A disp. Zaccagno, Berra, Negro, Nardini, Osei, Aramu. All. Longo

ARBITRO: Pezzuto di Lecce

MARCATORI: 14′ rig. Comi (PV), 74′ Cani (PI)

AMMONITI: Di Tacchio, Vives, Morra, Konate, Lazzari.

Il Pisa torna a fare punti, ma il pareggio contro la Pro Vercelli serve a poco ultima modifica: 2017-04-25T17:07:52+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.