Cremonese, Rastelli: “Bravi ad uscire dal momento negativo, ma non abbiamo ancora fatto nulla”

RASTELLI CREMONESE – Massimo Rastelli, tecnico della Cremonese, ha parlato nella consueta conferenza stampa di avvicinamento al match contro il Cittadella. Ecco quanto riportato sul sito ufficiale dei grigiorossi: “Le pressioni esisteranno per entrambe, perché ci sono i rispettivi obiettivi da raggiungere. Noi siamo stati bravi ad uscire dal momento negativo attraverso i risultati e le prestazioni, ma ancora abbiamo raggiunto nulla. Lunedì ci troveremo di fronte un’avversaria difficile, che ha qualità, fisicità e intensità di gioco. Il Cittadella è sinonimo di squadra sbarazzina, corta e compatta nei reparti: è vero che ha come obiettivo i playoff, ma sempre da raggiungere a mente leggera. Prima di Salerno era anche la miglior difesa del campionato, dovremo essere bravi a limitarli.

A centrocampo ho tutti a disposizione e in condizione. L’intero gruppo si sta allenando con entusiasmo: lasciare fuori qualcuno è sempre difficile, ma ho le idee abbastanza chiare sulle scelte da fare. Sarò ripetitivo, eppure non faccio ragionamenti che vadano oltre la gara di Cittadella: dobbiamo allontanarci dalle zone calde, questa è la realtà. Poi, alle 23 di lunedì vedremo quanto saremo stati in grado di raccogliere. E’ la stessa cosa che vado dicendo sin dopo la gara di Salerno. Se avessi guardato il calendario allora mi sarebbe venuto il mal di testa. Per questo ho preferito sempre pensare e preparare una gara alla volta. E la strada vale ancora oggi. 

Anche sabato scorso abbiamo sempre cercato di arrivare al gol e abbiamo avuto 4 occasioni nitidissime. Negli ultimi 20 minuti siamo rimasti più compatti nella nostra metà campo in quanto in campo c’era molto equilibrio. D’altronde se il Crotone, squadra costruita per vincere il campionato e che giocava in casa, non ha voluto forzare per alterare quell’equilibrio non dovevamo essere noi a correre quel rischio. Ripeto, l’abbiamo fatto senza mai rinunciare alla possibilità di conquistare i 3 punti. Preparo sempre le partite per vincerle, anche in quelle dove abbiamo fatto malissimo l’intenzione era ottenere i 3 punti. La differenza sta nello sviluppo e nelle situazioni di gara, non nel modo di prepararle. Questa è sempre più la nostra mentalità“.

Cremonese, Rastelli: “Bravi ad uscire dal momento negativo, ma non abbiamo ancora fatto nulla” ultima modifica: 2019-04-20T15:46:20+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.