Via la regola ammazza-gol. Rizzoli: “Meno rigori leggeri”

REGOLA FALLO DI MANO CALCIO – Importante aggiornamento sul fronte regole. Dopo una stagione complicata per gli arbitri (a tal proposito, ricordiamo che quest’anno partirà con la riunificazione nella CAN dei direttori di gara di Serie A e B) a causa dell’applicazione e dell’interpretazione delle regole introdotte lo scorso anno dall’IFAB in particolare sui falli di mano in area. È proprio l’organo internazionale con il compito di apportare modifiche alle Laws of the Game (le regole del gioco) ha reso noto un primo correttivo, modificando, si legge sull’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” la regola secondo cui qualsiasi tocco di mano che precede un gol o che porti a un gol annulli la rete. D’ora in poi il tocco invaliderà il gol solo se avviene nell’immediatezza. Il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli ha così commentato: “Premesso che i dati dell’ultima Champions evidenziano più falli e gialli per le squadre italiane dimostrando che c’è un’attitudine al gioco diverso, sì, ci sono rigori concessi che sono troppo leggeri. C’è contatto e contatto, soprattutto nel calcio, che è fatto di contatto. Sono situazioni da valutare sul campo, però non possiamo togliere al difensore la possibilità di fare un movimento istintivo: se il braccio non poteva essere più ritratto non deve essere punibile. L’obiettivo è permettere ai difensori di non giocare come i pinguini. L’augurio è che se ne fischino di meno: vorrebbe dire che si interpretano meglio contatti valutati in maniera troppo leggera e che i giocatori capiscano che un contatto non equivale a un rigore“.

Via la regola ammazza-gol. Rizzoli: “Meno rigori leggeri” ultima modifica: 2020-09-19T10:15:34+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.