SPAL, Antenucci: “Mi sono sempre impegnato. Potremo dire la nostra quando…”

È un Mirco Antenucci molto soddisfatto per il gol ritrovato contro la Salernitana quello che, nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, ha parlato a 360° della sua SPAL, del momento dei suoi e della prossima partita, che li vedrà sfidare il Pisa. Ecco quanto dichiarato dall’ex Leeds: “Per un attaccante come me è fondamentale segnare, perché dà un contributo per la vittoria della squadra. In città si aspettavano molto da me e io fino adesso non riuscivo a dare il cento per cento, anche se mi sono sempre impegnato in ogni occasione. L’unico problema era il fatto che non riuscissi a sbloccarmi in campionato. Gli attaccanti hanno momenti particolari: alcune volte riescono a fare tutto, altre poco, mi è già capitato in passato. E quand’è così dispiace non riuscire a concretizzare il tanto lavoro che c’è dietro. Venivamo da due sconfitte, serviva una vittoria a tutti i costi e l’abbiamo ottenuta giocando bene. I gol nei primi minuti dei tempi? È un limite, dobbiamo lavorarci”. Chiusura sul Pisa: “La squadra ha ripreso il carattere di Gattuso: in campo non si vedono i problemi esterni, e in più hanno una grande difesa che subisce poche reti. A noi manca la continuità di risultati, poi anche la Spal potrà dire la sua“.

SPAL, Antenucci: “Mi sono sempre impegnato. Potremo dire la nostra quando…” ultima modifica: 2016-10-07T15:45:23+00:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *