ESCLUSIVA PSB – Tosi sul caso Di Gennaro: “Siamo vittime del Livorno. La Procura Federale intervenga su questa storia”

TOSI REGGIANA DI GENNARO – In merito alle parole di Cozzella, DS del Livorno, è nato un vero e proprio caso attorno all’acquisto del difensore Matteo Di Gennaro da parte della Reggiana. Per fare chiarezza sulla storia abbiamo contattato in esclusiva il Ds degli emiliani, Doriano Tosi. Ecco le sue parole ai nostri microfoni: “La storia è molto semplice: il Livorno, come tante altre squadre, ha calciatori in esubero ed i procuratori in questi casi si danno da fare. Sapendo le nostre esigente, l’entourage di Di Gennaro ci ha offerto il calciatore e noi abbiamo accettato la proposta. Abbiamo mandato i documenti per il trasferimento firmati da dover inviare controfirmati: da quel momento a Livorno sono iniziati una serie di episodi, avvicendamenti societari e tentate vendite che allo stato attuale non sono ancora concretizzate. Per questo non so Cozzella a che titolo parli: non si sa chi deve firmare e non si sa nulla: noi, come altri, siamo delle vittime perché i documenti inviati non tornano firmati.

Questa questione è da Procura Federale: ad una settimana dall’inizio del campionato non so come il sistema calcio possa permettere situazioni del genere. Non possiamo stare mesi ad aspettare il calciatore, su cui invito a riflettere su come possa sentirsi ora: aspetteremo sino a domani sera e poi, siccome tra 7 giorni esordiremo in Serie B, e lunedì vedremo cosa fare.

Il problema, ripeto, non è della Reggiana ma è del sistema: può una squadra professionistica come il Livorno trovarsi in questo stato a 7 giorni dall’inizio del campionato? Questa è la domanda che pongo alle istituzioni del calcio”.

ESCLUSIVA PSB – Tosi sul caso Di Gennaro: “Siamo vittime del Livorno. La Procura Federale intervenga su questa storia” ultima modifica: 2020-09-19T12:54:50+02:00 da Alessio D'Errico
Classe '96. "Pallonaro" a tuttotondo. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.