Tra Hellas Verona e Brescia spettacolare 2 a 2 nel segno degli attaccanti

HELLAS VERONA – BRESCIA   – Nel match domenicale delle 12,30 al Bentegodi di Verona si respira area di grande partita e le due squadre non deludono le attese, sfidandosi a viso aperto e senza troppi tatticismi. A partire forte è il Verona che al 6′ ha una grande occasione con Siligardi che sfrutta un errore avversario e si dirige verso la porta ma la conclusione termina a lato. Controbatte il Brescia che al 7′ trova il goal con Torregrossa, annullato per fuorigioco millimetrico dello stesso attaccante. Al 10′ Romulo fa il fenomeno, coast to coast sulla destra, salta quattro uomini con facilità disarmante, tocco morbido su Minelli in uscita e palo pieno. Passano i minuti e preme ancora l’Hellas: al 16′ Siligardi calcia a colpo sicuro, su invito di Luppi, ma è bravissimo Minelli a respingere con i piedi. Fioccano anche i cartellini e la partita si innervosisce. L’equilibrio è spezzato dal 156° goal col Brescia di Caracciolo che si conquista una punizione dal limite e la esegue con un chirurgico destro a pelo d’erba: 0-1. Nonostante il goal subito, il Verona non si arrende e al 32′ Bessa impensierisce ancora Minelli che blocca. Al 35′ errore in disimpegno del Brescia, lanciato Pazzini sul filo del fuorigioco, preciso pallonetto che si spegne, per pochi millimetri, fuori. Il Verona crea tanto e avrebbe meritato il pareggio per quanto visto nella prima frazione. Pareggio che arriva subito, nella ripresa, al 52′ con Pazzini che stoppa di petto un grande lancio di Fossati, tiro al volo e palo-rete: 1-1. Dura solo 3 minuti il goal di Pazzini perchè Torregrossa riporta subito in vantaggio i suoi dopo un salvataggio sulla linea di Bianchetti. Altra occasione del Verona: Pazzini colpisce di testa, la palla resta lì e Ganz, entrato a inizio ripresa, calcia addosso a Minelli. Un minuto dopo annullato goal a Gomez, entrato anch’egli a inizio ripresa, per fuorigioco. Al 72′ fallaccio in area di Bubnjic su Pazzini ed ennessimo rigore trasformato dal “Pazzo”: 2-2, doppietta ed il “ragazzo di Pescia” è sempre più capocannoniere. I padroni di casa attaccano ancora con Ganz e Siligardi che non riescono a metterla dentro. E’ Gomez alla fine a sfiorare il colpaccio. Termina così dunque, una partita davvero bella che ha tenuto col fiato sospeso molti tifosi regalando tantissime emozioni.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Romulo, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen, Fossati, Bessa, Valoti (dal 46′ st Gomez); Luppi (dal 46′ st Ganz), Pazzini, Siligardi (dal 91′ Zaccagni).

BRESCIA (3-5-2): Minelli; Calabresi, Bubnjic, Lancini; Untersee, Bisoli, Pinzi, Crociata (dal 64′ Camara), Coly; Caracciolo, Torregrossa (dal 64′ Rosso).

AMMONITI: Torregrossa, Calabresi, Pinzi, Bubnjic (B), Pazzini, Fossati (HV)

MARCATORI: Caracciolo (B) al 22′, Pazzini (HV) al 52′ e al 72′ (r), Torregrossa (B) al 55′

 
Tra Hellas Verona e Brescia spettacolare 2 a 2 nel segno degli attaccanti ultima modifica: 2016-10-09T14:33:27+00:00 da Pasquale Ucciero
Ciao a tutti, sono Pasquale, ho 19 anni, frequento la facoltà di Giurisprudenza (Federico II). Che dire di me: il calcio è la mia passione, per un ragazzo vedere un pallone che rotola non è un mero movimento meccanico, dietro di esso c'è molto di più: gioia, lacrime, sudore, divertimento, fatica, tensione, euforia, vittorie, delusioni e rispetto per l'avversario prima di tutto! Da "grande" mi piacerebbe fare il telecronista e il mio sogno nel cassetto è commentare una finale di Champions magari ad Anfield Road !!! Sono felice di far parte di questa redazione che può aiutarmi a fare esperienza e mettere insieme i primi mattoncini del puzzle.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *