Cittadella, Venturato: “Sarà una finale sia per noi che per il Foggia”

Venturato Cittadella

VENTURATO CITTADELLA – Difficile impegno quello che attende il Cittadella sul campo del Foggia. Al Pino Zaccheria domani andrà in scena il ritorno di Gianluca Grassadonia, con Roberto Venturato, tecnico dei veneti, che è consapevole delle insidie che attendono i suoi. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate quest’oggi in conferenza stampa e riprese da Trivenetogoal: “Foggia è una città dove il calcio è molto sentito, ma quello che deve interessarci è solo ed esclusivamente l’aspetto del gioco, sia per noi che per i Satanelli sarà un finale. Bisogna essere molto bravi a saper interpretare la partita andandosela a giocare nel modo e con l’atteggiamento giusto. Si va verso la fine del campionato, i punti contano e pesano tantissimo. Tutte le valutazioni che si possono fare in questo torneo sono legate ai risultati e ognuno di noi deve essere in grado di mettere qualcosa di più su questo fronte. Le prestazioni vanno migliorate sotto il profilo fisico, mentale e di risultato. Moncini ha le caratteristiche di finalizzazione della manovra, ma anche Finotto le ha e dà una mano alla squadra sotto diversi aspetti. Frare sarà disponibile dopo la squalifica, sta diventando veramente un difensore e sto valutando se metterlo in campo dal primo minuto. Il modulo del Foggia non lo sappiamo, bisogna capire cosa farà Grassadonia e se tornerà a giocare come aveva fatto all’andata oppure se modificherà qualcosa. Ci vuole grande umiltà, oltre a grande rispetto dell’avversario. Il Foggia ha grande qualità, bisogna tenere conto anche dei punti di penalizzazione che le sono stati comminati“.

Cittadella, Venturato: “Sarà una finale sia per noi che per il Foggia” ultima modifica: 2019-03-15T23:46:01+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.