Cosenza, Garritano: “In curva al ‘Marulla’ fino ai 14 anni. La rete? Emozione unica”

Luca Garritano, attaccante del Cosenza

GARRITANO COSENZA – Nel segno del proprio attaccante, il Cosenza batte il Padova nei minuti finali e si gode l’esplosione di gioia e orgoglio del calciatore cosentino nel cuore e non solo. Si dia il caso che proprio Luca Garritano, 24 anni, sia nativo proprio della cittadina calabrese. La rete contro i biancoscudati ha dunque un valore immenso per il calciatore in prestito dal Chievo Verona che si racconta all’interno di un’intervista per gianlucadimarzio.com: “Sono cresciuto in una casa praticamente attaccata allo stadio, i miei genitori vivono ancora lì e anche io fino a qualche settimana fa. Da bambino passavo i miei giorni giocando per strada proprio fuori dalla stadio, poi quando scendeva in campo il Cosenza andavo a vedere le partite in curva. L’ho fatto fino ai 14 anni, prima di andare all’Inter. Segnare per la prima volta con questa maglia nel recupero davanti ai tifosi e vederli esplodere di gioia è stata una gioia immensa, unica. Quando questa estate è arrivata la chiamata del Cosenza non ci ho pensato un attimo. Per me questa squadra non sarà mai una seconda scelta. Mai. E poi credo molto nelle coincidenze del destino. Sogno di essere il protagonista della cavalcata del Cosenza verso la Serie A”.

 

 

Cosenza, Garritano: “In curva al ‘Marulla’ fino ai 14 anni. La rete? Emozione unica” ultima modifica: 2018-12-05T20:46:50+00:00 da Giacomo Principato
18 anni. (Aspirante) giornalista sportivo. Vive in provincia di Messina, viaggia assiduamente ma solo con la mente. Fa parte di diversi progetti e redazioni dove esegue il proprio cammino verso un sogno con la massima professionalità. Dipendente dal mondo calcistico, indipendentemente dalla categoria. Interviste su interviste, ma sa fare anche altro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.