Il Lecce la rimonta all’ultimo respiro, finisce 3 a 2 al “Via del Mare”

Lecce

Al “ Via Del Mare “ va di scena la sfida tra Lecce e Livorno, valevole per 24 giornata del campionato di Serie B. Liverani deve fare i conti con diverse assenze ma non cambia il modulo, affidandosi al solito 4312.  Il Livorno, dal canto suo, punta sull’estro e la fantasia di Diamanti per scardinare la difesa giallorossa. La prima azione degna di nota è di marca amaranto, con Diamanti che scarica un buon sinistro che si perde a lato di poco.  La partita vive una fase di stallo, regalando poche emozioni ai presenti sugli spalti. I giallorossi non riescono a trovare il pertugio giusto, per merito di una difesa labronica attenta ed ordinata. Al minuto 31 gli ospiti passano in vantaggio con un goal di Bogdan, nato da un errore di Tabanelli in fase di impostazione. Il Lecce sparisce dal campo e Diamanti lo punisce ulteriormente, siglando la rete del 2 a 0 con un colpo da biliardo. Dopo un minuto di recupero, il direttore di gara decreta la fine della prima frazione, tempo nel quale i giallorossi non sono scesi in campo, lasciando la supremazia del gioco alla compagine di Breda.

La ripresa inizia con un cambio nelle file giallorosse, Tumminello subentra ad uno spento Tabanelli.  Al quarto d’ora i giallorossi accorciano le distanze con una rete di La Mantia, caparbio nel colpire di testa un cross perfetto di Arrigoni. Falco, pochi minuti dopo, riesce ad eludere Fazzi con una giocata delle sue. Il giocatore livornese per fermare l’avanti di Pulsano è costretto a commettere fallo, che gli costa il rosso per doppia ammonizione. I ragazzi di Liverani non mollano e al 35esimo minuto trovano la rete del pareggio con un super tiro di Arrigoni, che si insacca alle spalle del portiere livornese. Il Livorno ha ancora birra in corpo, attacca e riparte con qualità, grazie alla tecninca di Giannetti e Diamanti. La Mantia dimostra che questa squadra non muore mai ed al minuto 91 regala la rete del 3 a 2 ai salentini, facendo letteralmente impazzire lo stadio. Diamanti, solo qualche minuto dopo, commette una grossa ingenuità e viene mandato negli spogliatoio anzitempo. Dopo cinque minuti di recupero, l’arbitro sentenzia la fine del match, partita dai due volti vinta con merito dal Lecce.

TABELLINO
LECCE-LIVORNO 3-2
Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni; Tabanelli 5 (1’st Tumminello), Tachtsidis (38’ st Haye), Arrigoni; Falco; La Mantia 6,5, Palombi (38’ st Saraniti).
A disp: Bleve, Milli, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Felici, Fiamozzi, Pierno. All: Liverani.Livorno (3-4-1-2): Mazzoni (1’ st Crosta); Boben, Bogdan, Gonnelli; Kupisz, Fazzi, Luci, Rocca (22’st  Eguelfi); Diamanti; Raicevic (15′ st Salzano), Giannetti.
A disp: Zima, Valiani, Gori, Murilo, Soumaoro, Porcino, Dumitru, Canessa. All: Breda.

ARBITRO: Luca Massimi di Termoli (Soricaro-Di Gioia; IV Di Martino).

RETI: 30′ Bogdan, 36′ Diamanti, 16′ e 46′ st e  La Mantia, 35′ st Arrigoni,

Ammoniti: Gonnelli, Arrigoni, Fazzi, Giannetti, Falco Espulsi: Fazzi per doppia ammonizione 

Il Lecce la rimonta all’ultimo respiro, finisce 3 a 2 al “Via del Mare” ultima modifica: 2019-02-17T17:13:41+00:00 da Roberto Fabozzi
Ciao a tutti, mi chiamo Roberto e ho 22 anni. Da circa 3 studio Scienze della Comunicazione a Napoli. Fin da piccolo le mie più grandi passioni sono state la scrittura e il calcio, che nel percorso della mia vita mi hanno dato tante soddisfazioni e anche qualche delusione. Spero, attraverso PianetaSerieB, di restituire tutte le sfumature che questo meraviglioso sport sa regalare!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.