Virtus Entella, Nizzetto: “Spero si ritorni presto alla normalità. Sugli allenamenti…”

NIZZETTO VIRTUS ENTELLA – Luca Nizzetto, centrocampista e capitano della Virtus Entella, ha parlato ai microfoni di Entella Zone. Ecco quanto evidenziato da tuttomercatoweb.com: “Sono giorni particolari dove in tv ogni ora passano notizie non positive. E’ una situazione molto drammatica, noi in casa si cerca di stare sempre positivi. Io sono a Verona, sono riuscito a stare vicino alla famiglia diciamo a 2-300 metri. Li vedo da distante ma è positivo perché sanno che sono qua e stanno bene. Per adesso si cerca di passare il tempo e fare qualcosa di costruttivo. Vedo che tutti sono diventati grandi cuochi e grandi casalinghi (ride ndr), anche io ho iniziato a fare qualcosa di costruttivo e positivo. Quanto sono difficili questi giorni dal punto di vista atletico? Si cerca di fare qualcosa con gli spazi che si hanno a disposizione. Io ho la fortuna di avere un piccolo giardino e qualcosa fuori posso fare. Fino a due settimane potevamo fare una corsetta all’aperto ma anche a Verona adesso hanno messo restrizioni importanti, non possiamo fare passeggiate nella breve distanze. Cerchiamo di fare qualche circuito di forza che ci hanno mandato i preparatori con quello che abbiamo in casa si cerca di fare il possibile. E’ chiaro che non è semplice ma una sudata si riesce a fare. Quando può tornare tutto alla normalità? Io spero presto perché il calcio è l’ultima conseguenza di quello che sta succedendo. Io spero presto perché vuol dire che si sono sistemate le cose. Sentendo gli esperti sarà molto difficile perchè il picco si sta spostando di regione in regione in momento diversi. A Verona il picco dicono arrivi tra una o due settimane. Pensare di provare ad allenarsi in prospettiva di un inizio di campionato, in questo momento qua, è molto difficile“.

Virtus Entella, Nizzetto: “Spero si ritorni presto alla normalità. Sugli allenamenti…” ultima modifica: 2020-03-21T15:27:40+02:00 da Francesco Fedele
Classe '96, brividi al solo pensiero che diversi miei coetanei sono calciatori professionisti, starò invecchiando? Studente di Economia Aziendale, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta è stata "Gol" invece di papà o mamma. Ah, quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.