Padova e Crotone, quando il problema non è in panchina

stroppa crotone

PADOVA CROTONE PANCHINA – Da mesi, confrontandoci anche con tantissimi addetti ai lavori, vaticiniamo le conseguenze rischiose dei tanti esoneri di inizio stagione. Proprio nella giornata di ieri, il presagio ha cominciato ad assumere forma concreta: ben due società hanno richiamato il tecnico sollevato poche partite prima dall’incarico. A Padova è tornato Bisoli, a Crotone Stroppa. Gli interregni di Foscarini Oddo non hanno prodotto altro effetto che un ulteriore e preoccupante calo della media punti. L’ex Cittadella ha vinto all’esordio e poi patito 5 KO consecutivi, mentre il mister della promozione del Pescara in 9 partite non ha mai centrato i 3 punti.

Se alla dirigenza calabrese si può concedere l’attenuante di disporre di una rosa sulla carta molto valida, è invece lampante che i problemi biancoscudati riguardassero le scelte di mercato più che la guida in panchina. In entrambi i casi si è pensato di poter scuotere calciatori e ambiente con una scelta drastica, ma il risultato è stato piuttosto deludente. Per motivi diversi, Foscarini Oddo non hanno saputo affrontare un gruppo ereditato da altri e non hanno mai dato la sensazione di avere in pugno la squadra sia sul fronte tecnico-tattico che caratteriale.

Ora sarebbe tuttavia ingenuo credere che il ritorno all’antico risolva i problemi insoluti da inizio campionato: se si vorrà davvero supportare il lavoro dei due allenatori bisognerà operare pesantemente a gennaio, seguendo le rispettive direttive e consegnando loro due rose in grado di conquistare i punti necessari per la salvezza.

Padova e Crotone, quando il problema non è in panchina ultima modifica: 2018-12-29T08:04:13+02:00 da Emanuele Garbato
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.