Pescara, Borrelli: “Zauri un maestro per me. Attendo il mio momento”

PESCARA BORRELLI – Intervistato da rete8.it il gioiellino del Pescara Gennaro Borrelli ha parlato del suo primo approccio con il “calcio dei grandi”, manifestando anche i suoi sogni e le sue grandi ambizioni all’interno del mondo biancazzurro:

“Ho iniziato a 5 anni in una scuola calcio napoletana e a 14, dopo una serie di provini, sono stato notato dal Pescara. Ho fatto tutta la trafila nelle giovanili biancazzurre, questo è il sesto anno… All’inizio è stato molto difficile, non nascondo che la lontananza da casa si è fatta sentire. I miei genitori però mi sono sempre stati vicini e mi hanno supportato nel percorso di crescita… I maestri? Sono diversi gli allenatori che mi hanno insegnato tanto: Mancini, Temelin, Epifani e naturalmente Zauri. Li ringrazio tutti. La vittoria nel campionato Primavera 2? Sono stato il bomber di entrambi i gironi. L’anno scorso eravamo un gruppo molto compatto e unito, lo dimostra il fatto che quando eravamo a -7 dalla Lazio ci siamo compattati ancora di più per raggiungere l’obiettivo di vincere il campionato. Un risultato che rimarrà nella storia del club… Vieri e Toni? Sono paragoni importanti, si tratta di attaccanti di fama mondiale: mi lusingano questi accostamenti. Ma è prematuro… La concorrenza? Cerco di apprendere un po’ da tutti i colleghi di reparto e aspetto il mio momento”.

Pescara, Borrelli: “Zauri un maestro per me. Attendo il mio momento” ultima modifica: 2019-10-16T18:52:46+01:00 da Nicola Cosentino
22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.