Uno sguardo alla carta d’identità: Perugia squadra più giovane del campionato, Cremo la più esperta

SERIE B – La carta d’identità è sicuramente uno dei primi fattori che saltano all’occhio quando si osservano le gesta di un calciatore o, meglio ancora, di un’intera squadra di calcio. Alcune società, soprattutto nel complesso campionato di Serie B, pensano che l’esperienza possa prevalere sulla linea verde per il raggiungimento dei risultati prefissati; altre, invece, preferiscono puntare sulla freschezza dei propri ragazzi piuttosto che sul curriculum. Negli ultimi due anni, a prevalere nel campionato cadetto sono state due realtà come Empoli e Brescia che hanno ottenuto la promozione nella massima serie vincendo il campionato con un organico imbottito di diversi giovani talenti.

A tal proposito, la palma di compagine più giovane del torneo di Serie B 2019/2020, stando ai dati Transfermarkt.it, sarebbe il Perugia di Massimo Oddo con un’età media di 24,2 anni. A completare il podio ci pensano poco dietro Chievo e Spezia, rispettivamente al secondo e terzo posto della graduatoria. Alla Cremonese, invece, il riconoscimento di club “più esperto” della manifestazione.

Ecco la griglia completa:

Perugia – 24,2
Chievo V.  – 24,3
Spezia – 24,4
Pescara – 24,9
Empoli – 25,0
Livorno – 25,1
Cittadella – 25,1
Venezia – 25,5
Entella – 25,9
Trapani – 25,9
Frosinone – 25,9
Crotone – 25,9
Salernitana – 26,4
Pisa – 26,4
Ascoli – 26,5
Pordenone – 26,7
Juve Stabia – 27,3
Cosenza – 27,3
Benevento – 27,7
Cremonese – 28,2

Uno sguardo alla carta d’identità: Perugia squadra più giovane del campionato, Cremo la più esperta ultima modifica: 2019-09-11T09:00:12+02:00 da Nicola Cosentino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.